Al via i Mondiali di Snowkite a Passo Giau

Al via i Mondiali di Snowkite a Passo Giau

Il conto alla rovescia è iniziato, sta per andare in scena il Cortina Snowkite Contest, che per la prima volta in assoluto è la tappa finale dei Mondiali di Snowkite. La lunga attesa – con due anni di arresto imposto dalla pandemia – è stata ripagata.
Passo Giau, una delle più belle località delle Dolomiti, sarà il teatro di una serie di sfide che permetteranno di decretare i campioni del mondo di due specialità, Big Air e Freestyle, oltre che assegnare il titolo italiano. I migliori atleti a livello internazionale coloreranno il cielo di aquiloni, sfruttando l’ala da kitesurf per farsi trainare dal vento e sorprendere il pubblico con evoluzioni e trick.
I campioni provenienti da vari paesi sono arrivati a Cortina, pronti a dare spettacolo sulla neve nei giorni di venerdì 25, sabato 26 e domenica 27 marzo. In particolare, gli ospiti provengono da Belgio, Francia, Repubblica Ceca, Austria e ovviamente Italia, con alcune rinunce da parte di atleti impossibilitati a venire a causa del recente conflitto in Ucraina. Ad accogliere tutti è il bolognese Michele Alì con la sua scuola Kite4freedom, promotore di questo contest fin dalla prima edizione.

Le competizioni a Passo Giau sono in programma venerdì (dalle 10.30 alle 17), sabato (dalle 9.30 alle 17) e domenica (dalle 9.30 alle 15), con premiazioni domenica dalle 16 in poi.
La giuria è composta da autentici campioni e personalità importanti del mondo dello Snowkite: l’ellenico Spyros Krotsys, fondatore della Federazione Kite ellenica, il belga Ian Sleuyter, giudice internazionale, e poi gli italiani Mirco Babini, presidente dell’IKA, la Federazione internazionale Kite, Cesare Cantagalli, già direttore della “king of air “in Sudafrica, spettacolare gara di Bigair in acqua, Michele Leoni, vincitore del Cortina Snowkite Contest 2010 e Re del Giau. Tra di loro trova posto anche il “giudice aggiunto” e special guest Alvaro dal Farra, stuntman di freestyle motocross.
Oltre ai vari titoli mondiali e italiani è in palio anche la corona del Re del Giau: di edizione in edizione chi impressiona maggiormente i giudici con la propria performance conquista il diritto a vedere il proprio nome inciso sul basamento del trofeo in legno di cirmolo, realizzato da un artigiano locale, a fianco di quello dei re precedenti.

Il fuori evento: il Kite Village a Col Gallina sostiene l’Unicef e i bambini ucraini
Contemporaneamente alle competizioni, va in scena un fuori evento dallo spirito originale, con tante sfide e attività da provare. Il Kite Village a Col Gallina apre i battenti sabato 26 marzo dalle 10 alle 16 e domenica 27 marzo dalle 10 fino alle 13.

Un invito a incontrare la versione estiva dello Snowkite, il Kite Surf, unendo due mondi solitamente distanti come il mare e la montagna. Dalle spiagge di Riccione arriveranno le classiche brandine prendi sole, dove rilassarsi con un calice di vino, una tisana o un caffè bollenti. Si ballerà al ritmo dei Dj Set by Riccione Intrattenimento e Samsara Beach. Gli ospiti potranno provare l’aquilone da Kite Surf e l’ala gonfiabile del Wing Foil e gustare le varie specialità gastronomiche e prodotti di eccellenza – tra cui le piadine. Sabato sera la festa si sposterà in centro a Cortina, al Bilbò Club Piano B.
Il Kite Village a Col Gallina condivide lo spirito cool, giovane e anticonformista del Cortina Snowkite Contest, e propone una serie di gare all’insegna della goliardia, come sfide tra pinne e ciaspole e discese nella neve con i salvagenti, con tanto di premi ai vincitori.

Ma l’appuntamento più importante è quello con la solidarietà: il pubblico ha l’opportunità di agire concretamente per aiutare i bambini coinvolti nel conflitto ucraino. È questo l’obiettivo della gara di slalom gigante aperta a tutti – indipendentemente dall’età e dal livello – e prevista domenica 27 alle ore 11. La organizza la Scuola di Sci Snowdreamers di Cortina in collaborazione degli SciAttori, associazione guidata dall’attore Roberto Ciufoli che riunisce volti del cinema, del teatro e della televisione uniti dalla passione per lo sport in montagna.

Ci si può iscrivere entro le 18 di sabato 26 marzo, in loco e presso tutti i partner della gara, partecipando con una donazione di 35 euro. Il ricavato sarà interamente devoluto a Unicef per il finanziamento di progetti a favore dei bambini coinvolti nel conflitto in Ucraina fornendo assistenza, cure e viveri. Questa iniziativa si avvale del prezioso supporto di molte realtà locali: oltre a Snowdreamer e agli SciAttori, le Scuole di Sci Azzurra, Cristallo, M’Over, HappySki Cortina, lo Sci Club Druscié e i noleggi Snow Service e Jgor Ski & More.

Credito Foto: Olga Donati

logo

Related posts

La Sportiva Lavaredo Ultra Trail by UTMB – A Cortina è sold out.

La Sportiva Lavaredo Ultra Trail by UTMB - A Cortina è sold out.

È sold out per l’edizione 2022 di La Sportiva Lavaredo Ultra Trail by UTMB®, manifestazione di riferimento assoluto nel calendario degli eventi dedicati alla corsa in natura. Dopo lo stop del 2020 e dopo essere ripartito nel 2021 con oltre 4mila iscritti, quest’anno l’evento che si svolge...

In City Golf a Cortina d’Ampezzo

In City Golf a Cortina d'Ampezzo

Cortina d’Ampezzo, dal 29 al 30 luglio 2022, è pronta a trasformarsi in un vero e proprio campo da golf diffuso, a 18 buche. La località diventa tappa di In City Golf, il tour sportivo che porta ogni anno il golf nel cuore delle capitali europee e delle città d’arte e turistiche più...

RICERCA SUL TORRENTE MAÈ, RITROVATO SENZA VITA

RICERCA SUL TORRENTE MAÈ, RITROVATO SENZA VITA

Longarone (BL), 18 - 05 - 22 È stato ritrovato nella gola del Maè, 150 metri circa a valle della passerella di Igne, il corpo senza vita di R.R., 47 anni, di Belluno, le cui ricerche erano partite ieri, a seguito del rinvenimento della sua auto parcheggiata nei pressi del ponticello sospeso. Al...

DA IERI SI CERCA UN UOMO LUNGO IL MAÈ

DA IERI SI CERCA UN UOMO LUNGO IL MAÈ

Longarone (BL), 18 - 05 - 22 Ieri attorno alle 18 è scattato l'allarme per avviare la ricerca di un uomo, R.R., 47 anni, di Belluno, uscito da lavoro attorno alle 13 e non rientrato, la cui auto è stata ritrovata parcheggiata nei della passerella di Igne. Le perlustrazioni da parte del...

MARIA DE FILIPPI AMBASSADOR DI MILANO CORTINA 2026

MARIA DE FILIPPI AMBASSADOR DI MILANO CORTINA 2026

Nel corso della finalissima della 21esima edizione di Amici, Maria De Filippi è stata nominata Ambassador dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Milano Cortina 2026. L’investitura è il naturale riconoscimento per una grande appassionata di sport invernali che ha immediatamente accettato di...

AURONZO: RITROVATO SENZA VITA L’UOMO DISPERSO DA IERI

AURONZO: RITROVATO SENZA VITA L'UOMO DISPERSO DA IERI

È stato purtroppo ritrovato senza vita G.D.S., 78 anni, di Auronzo di Cadore (BL), che ieri mattina era uscito di casa per una consueta camminata senza più fare ritorno. Questa mattina una cinquantina di persone hanno proseguito le ricerche avviate una volta scattato l'allarme è una squadra...

RESTA INCRODATO PER FOTOGRAFARE LE TRE CIME DI LAVAREDO

RESTA INCRODATO PER FOTOGRAFARE LE TRE CIME DI LAVAREDO

Alle 16.15 di ieri, domenica 15 maggio, la Centrale del Suem è stata allertata da un escursionista in difficoltà sul Paterno. Partito dal Rifugio Auronzo con l'intenzione di fotografare le pareti nord delle Tre Cime di Lavaredo attraverso uno dei fori delle gallerie del Paterno, l'uomo diceva...

Escursionista muore colto da malore ad Auronzo di Cadore

Escursionista muore colto da malore ad Auronzo di Cadore

Questa mattina verso le 11, la Centrale del Suem è stata allertata per un escursionista colto da malore, lungo la strada che sale al Rifugio Auronzo sotto le Tre Cime di Lavaredo. L'uomo, G.T.R., 65 anni, cittadino tedesco, che procedeva da solo, si era all'improvviso accasciato a terra...

PRECIPITA DAL PICCO DI RODA E PERDE LA VITA A PIEVE DI CADORE

PRECIPITA DAL PICCO DI RODA E PERDE LA VITA A PIEVE DI CADORE

Attorno alle 14 il 118 ha risposto alla telefonata di un escursionista, che diceva di essere caduto dal Picco di Roda, di essersi fatto male e che stava scivolando. L'uomo non aveva però più risposto alle chiamate della Centrale, che cercava di localizzarlo. Fornite le coordinate della cima...