CICLISTI DA TUTTO IL MONDO PER IL RITORNO A CORTINA DELLA HAUTE ROUTE DOLOMITI

CICLISTI DA TUTTO IL MONDO PER IL RITORNO A CORTINA DELLA HAUTE ROUTE DOLOMITI

Dopo lo stop del 2020, Haute Route Dolomiti ritorna con un nuovo format: saranno cinque le tappe che vedranno i concorrenti impegnati sulle strade di Veneto, Trentino e Lombardia, su e giù per alcuni dei passi che hanno fatto la storia del ciclismo mondiale come Giau e Falzarego, Stelvio e Gavia.

451 chilometri di sviluppo, 13.450 metri di dislivello, cinque tappe, oltre 230 ciclisti provenienti da diversi paesi europei, soprattutto Francia, Paesi Bassi e Danimarca ma anche dagli Stati Uniti. Sono questi alcuni numeri della Haute Route Dolomiti, l’evento italiano della serie Haute Route, il primo circuito al mondo di corse a tappe di prestigio per ciclisti amatoriali.

Si comincerà martedì 31 agosto con la Cortina – Cortina, 103 chilometri di sviluppo e 2900 metri di dislivello positivo che porterà i ciclisti a scalare, nell’ordine, il passo Giau, Falzarego, Cimabanche, Misurina e Tre Croci.

Mercoledì 1 settembre, la seconda tappa, la Cortina – Trento: i ciclisti scaleranno il Falzarego per poi scendere verso Caprile ed Alleghe, salire verso la Valle del Biois, Falcade e il Valles. Di qui, rapida discesa verso Predazzo, la Val di Cembra e Trento, approdo finale. Per questa seconda frazione i chilometri saranno 135 e i metri di dislivello 3 mila.

Giovedì 2 settembre toccherà alla Trento – Passo Gavia: 135 chilometri e 3500 metri di dislivello positivo, con le ascese a Tonale e, appunto, Gavia.

Venerdì 3 l’ultima tappa in linea: 83 chilometri e 3.300 metri di dislivello con partenza da Bormio, ascesa all’Umbrail pass (il versante lombardo del passo dello Stelvio, con deviazione verso la Svizzera a 3 km dalla vetta), discesa verso la Val Mustair, in territorio elvetico, rientro in Italia e ascesa allo Stelvio dal versante di Prato.

In tutte e quattro le prime giornate il via alla tappa è previsto per le 7.30 e l’arrivo dei primi concorrenti tra le 11.00 e le 11.30.

Sabato 4 settembre la tappa finale, affidata a una sfida contro le lancette del cronometro: la Bormio – Laghi di Cancano, 15 chilometri e 750 metri di dislivello.

Come ad ogni evento Haute Route, i concorrenti potranno avere un’assistenza degna di una gara professionistica: 5 meccanici, 30 massaggiatori, 30 moto di sicurezza e 8 auto che li supporteranno prima, durante e dopo la loro fatica.

logo

Related posts

Superato l’80% dei Bellunesi vaccinati con almeno una dose

Superato l’80% dei Bellunesi vaccinati con almeno una dose

A questa mattina, oltre l’80,2% dei residenti in provincia di Belluno con più di 12 anni ha ricevuto almeno una dose di vaccino anti Covid. Ad oggi, le dosi somministrate in Ulss Dolomiti sono oltre 275.300 mila. L’80,2% ( pari a 146.322 persone ) della popolazione vaccinabile in Ulss...

SBAGLIA SENTIERO: INTERVENTO DEL SOCCORSO ALPINO DI AGORDO NELLA NOTTE

SBAGLIA SENTIERO: INTERVENTO DEL SOCCORSO ALPINO DI AGORDO NELLA NOTTE

Cencenighe Agordino (BL), 25 - 09 - 21 Ieri sera il Soccorso alpino di Agordo è stato allertato a seguito della chiamata di un ragazzo, che si trovava da due giorni in gruppo al Bivacco Bedin, poiché un'amica che doveva raggiungerli era in difficoltà. Dalle prime informazioni, difficili da...

INTERVENTI A TAIBON E COLLE SANTA LUCIA

INTERVENTI A TAIBON E COLLE SANTA LUCIA

Taibon Agordino (BL), Attorno alle 15, di ieri, venerdì 24 settembre,  il Soccorso alpino di Agordo è stato allertato dalla Centrale del Suem, per un escursionista di lingua tedesca, che si era fatto male a una spalla scivolando lungo il sentiero numero 554, a una ventina di minuti di distanza...

CONVOCATO IL CONSIGLIO COMUNALE A CORTINA D’AMPEZZO

CONVOCATO IL CONSIGLIO COMUNALE A CORTINA D'AMPEZZO

Il sindaco Gianpietro Ghedina ha convocato il consiglio comunale per giovedì 30 settembre alle ore 11. La seduta sarà trasmessa in diretta su Radio Cortina. Di seguito l'ordine del giorno.

RECUPERATO NELLA NOTTE ESCURSIONISTA IN CIVETTA

RECUPERATO NELLA NOTTE ESCURSIONISTA IN CIVETTA

Val di Zoldo (BL), 24 - 09 - 21 Ieri sera attorno alle 20.30 la Centrale del 118 ha allertato il Soccorso alpino della Val di Zoldo, a seguito della chiamata di un escursionista straniero bloccato nella zona della Ferrata Alleghesi, sul Civetta, in un punto in cui non si fidava a...

RECUPERATA CORDATA IN DIFFICOLTÀ SULLE TRE CIME DI LAVAREDO

RECUPERATA CORDATA IN DIFFICOLTÀ SULLE TRE CIME DI LAVAREDO

Ieri verso le 20 la Centrale del Suem ha allertato il Soccorso alpino di Auronzo, per una cordata di alpinisti stranieri in difficoltà sulla Cima Grande di Lavaredo. Arrivati all'undicesimo tiro dello Spigolo Dibona, infatti, i due non erano più in grado di proseguire essendo sprovvisti di...

DUE INTERVENTI IN MONTAGNA

DUE INTERVENTI IN MONTAGNA

Attorno alle 16.20, ieri, mercoledì 22 settembre,  la Centrale del Suem è stata allertata per due emergenze consecutive, la prima per una cordata di alpinisti belgi usciti fuori traccia dalla Via Eotvos-Dimai sulla Tofana di Rozes. I due di 22 e 25 anni, che si trovavano all'altezza...

INCIDENTE SULLA FERRATA DEL PATERNO

INCIDENTE SULLA FERRATA DEL PATERNO

Attorno a mezzogiorno la Centrale del 118 è stata allertata per un escursionista caduto per diversi metri mentre percorreva in compagnia la Ferrata del Paterno, ad Auronzo di Cadore. L'uomo, che si trovava in un tratto non attrezzato del percorso e aveva riportato un sospetto politrauma, è...

TROVATO SENZA VITA ESCURSIONISTA DI TOLMEZZO

TROVATO SENZA VITA ESCURSIONISTA DI TOLMEZZO

È stato purtroppo ritrovato senza vita, l'escursionista settantunenne di Tolmezzo (UD), G.A., per il cui mancato rientro ieri nel tardo pomeriggio erano scattate le ricerche nella zona di Forcella Scodavacca, dove era diretto dopo essere partito da Forni di Sopra.  L'allarme era stato  lanciato...