CORTINA 2021: UN BILANCIO POSITIVO

CORTINA 2021: UN BILANCIO POSITIVO

I 46 Campionati del mondo di sci alpino si sono conclusi: con lo slalom maschile e la Cerimonia di chiusura e la consegna del testimone alla delegazione francese di Courchevel-Méribel 2023, Cortina 2021 si è congedata dal palcoscenico internazionale dopo due settimane di gare spettacolari e forti emozioni agonistiche.

A dispetto delle difficoltà che ne hanno segnato la fase di preparazione, sopra tutte la pandemia di Covid-19 – che ha imposto un evento a porte chiuse e una organizzazione di spazi e persone mai vista prima – i Mondiali sono riusciti ad assicurare una gestione ottimale di atleti (600), squadre (di 70 Paesi), volontari (circa 700), tecnici, giornalisti, ospiti, all’insegna della salute e della sicurezza. Un successo – riconosciuto in maniera unanime anche dalla stampa internazionale – reso possibile dalla sinergia di tutti gli stakeholder pubblici e privati (in particolare FISI, Governo italiano, Regione Veneto, Provincia di Belluno, Amministrazione comunale, partner e sponsor) sotto la regia di Fondazione Cortina 2021.

Le piste (Olympia, Vertigine, Druscié, Labirinti, Lacedelli), ampliate con interventi realizzati per l’occasione negli scorsi anni e preparate in queste due settimane con grande professionalità dagli uomini di pista, hanno confermato Cortina d’Ampezzo come una delle più importanti location per lo sci da competizione a livello internazionale, proiettando la Regina delle Dolomiti verso il sogno olimpico di Milano-Cortina 2026.

La kermesse sportiva è stata seguita da 500 milioni di persone in tutto il mondo, collegate attraverso la televisione e i new media, rendendo possibile la partecipazione del pubblico “a distanza”.

Le performance della strategia phygital testimoniano la forza di questi strumenti nel far partecipare l’intera community di appassionati e la bontà delle scelte compiute da Fondazione Cortina 2021 in questo senso: sono state 3,8 milioni le pagine visualizzate sul sito web istituzionale dei Mondiali, con oltre 625mila visitatori unici e un tasso di ritorno del 25%.

Sono invece state 336 le ore di streaming del Virtual Media Center, con 1.077 giornalisti registrati, quasi 600 news distribuite e oltre 886mila cam views. Grande successo anche per la Cortina 2021 Official App, che ha registrato un totale di 37mila download, oltre 77mila missions completate e 2mila premi assegnati.

I canali digitali hanno fatto registrate oltre 2,3 milioni di utenti attivi, con un incremento medio della fanbase del 23,6%20,3 milioni di impressions e oltre 55mila contenuti #Cortina2021 generati dagli utenti.

Complessivamente, i Mondiali di sci alpino sono stati seguiti in 190 Paesi a livello globale, confermandosi una formidabile vetrina internazionale per Cortina d’Ampezzo, le Dolomiti e tutto il sistema-Italia.

Cortina 2021 ha quindi fatto da apripista e modello per un new normal dei grandi eventi sportivi internazionali dell’era Covid, permettendo ad atleti, squadre, fan e appassionati in tutto il mondo di tornare a vivere l’emozione dell’agonismo internazionale, mettendo in campo capacità di gestione e professionalità.

«Sono davvero orgoglioso del lavoro fatto, ringrazio Valerio Giacobbi e tutta la squadra che non si è mai arresa in questi mesi di fronte alla sfida di dover ogni volta affrontare un nuovo scenario con soluzioni innovative e con un approccio strategico da reinventare continuamente – ha detto Alessandro Benetton, Presidente di Fondazione Cortina 2021 – Consegniamo alla comunità di Cortina d’Ampezzo e all’Italia tutta un’esperienza che farà storia e un patrimonio di conoscenze e competenze fondamentali per il futuro e per il prossimo grande traguardo di Milano-Cortina 2026».

«Soddisfazione, orgoglio, gratitudine», ha detto il sindaco di Cortina d’Ampezzo Gianpietro Ghedina, . «La consapevolezza di aver fatto qualcosa di buono, tutti insieme, per il nostro paese. Cortina esce da questi mondiali di sci ancora più fiera e più bella di prima. Universalmente riconosciuta in Italia e nel mondo come La Regina. Certo abbiamo avuto mille difficoltà, ma chi pensava che saremmo riusciti nell’impresa impossibile di realizzare i mondiali nel pieno di una pandemia? E soprattutto di gestire ogni situazione, anche imprevista, con compostezza e misura, senza inutili spettacolarizzazioni, perché lo spettacolo fosse uno e uno soltanto: quello dello sci alpino. Ebbene, ci siamo riusciti. Qui, nelle nostre montagne, le più belle del mondo. In queste due settimane abbiamo scritto una bellissima pagina della nostra storia fatta di sport, di emozioni, di lavoro, di fatica, di passione, di tenacia. Le cartoline di una magnifica Cortina piena di sole e di neve hanno raggiunto ogni angolo del mondo e noi abbiamo dimostrato a tutti che non ci sono scuse: lo sport, sano e in sicurezza, si può e si deve fare. Mi sento di dire grazie.
Grazie agli atleti che ci hanno fatto entusiasmare, a quelli sul podio e a quelli che si sono rialzati dalle cadute.
Grazie ai tanti che ci hanno creduto, ai tanti che hanno lavorato a testa bassa.
Grazie anche a chi ha fatto delle critiche costruttive.
Il risultato di questi mondiali è la nostra e la vostra vittoria.
Veramente poche e ai margini, invece, le critiche fini a se stesse. Quelli che hanno remato contro, loro si, hanno perso. Hanno perso l’occasione di tifare per l’Italia che affronta con dignità le sfide, quella fatta di tante persone responsabili disposte a qualche sacrificio pur di fare bene il proprio lavoro: perché la riuscita di uno è la riuscita di tutti, e la riuscita di tutti è la riuscita di uno. Questo è il senso di appartenenza ad una comunità, ed io sono profondamente orgoglioso della mia comunità ampezzana che questa notte, dopo mesi a denti stretti, ha potuto dire: “ce l’abbiamo fatta.” Si, insieme, ce l’abbiamo fatta. Oggi c’è la gioia, da domani torneremo a lavorare per le tante necessità ordinarie, straordinarie e urgenti della nostra Cortina e con un nuovo grande obiettivo da raggiungere: Milano Cortina 2026».

«Ricevere il plauso di tutti ci riempie di soddisfazione – ha detto Valerio Giacobbi, Amministratore delegato di Fondazione Cortina 2021 – Il nostro successo organizzativo è la vittoria di un gruppo di lavoro, di un territorio, di aziende che ci hanno creduto ed Istituzioni che si sono poste al servizio, di un Paese che voleva a tutti i costi dimostrare che bisogna guardare al futuro con fiducia ed entusiasmo, nonostante tutte le avversità. Grazie davvero a tutti».

logo

Related posts

IN VENETO NUOVO BANDO CON 4 MILIONI DI EURO PER ROTTAMAZIONE VECCHIE STUFE.

IN VENETO NUOVO BANDO CON 4 MILIONI DI EURO PER ROTTAMAZIONE VECCHIE STUFE.

Su proposta dell’assessore all’Ambiente, la Giunta regionale del Veneto ha approvato un nuovo bando, dotato di 4 milioni di euro, per la concessione di contributi destinati alla rottamazione e acquisto di impianti termici domestici a combustione di biomassa legnosa di potenza nominale inferiore...

A CORTINA, BLOCCATO CON SCARPE DA TENNIS DALLA NEVE SOTTO FORCELLA LAGAZUOI

A CORTINA, BLOCCATO CON SCARPE DA TENNIS DALLA NEVE SOTTO FORCELLA LAGAZUOI

Poco prima di mezzogiorno il Soccorso alpino di Cortina d'Ampezzo è stato allertato, dal Suem 118, per un escursionista statunitense bloccato dalla neve sul Lagazuoi, incapace di proseguire autonomamente. Individuate le coordinate del punto dove si trovava il 33enne - a quota 2.480 metri sotto...

Cancia, ripartiti i lavori al canalone

Cancia, ripartiti i lavori al canalone

Cantiere in corso a Cancia (Borca di Cadore). Sono ripartiti nelle ultime settimane i lavori sul canalone dell’Antelao, per rafforzare le sponde. Si tratta di un’operazione finalizzata ad aumentare la mitigazione del rischio, del valore di circa 4 milioni di euro. «L’obiettivo è garantire...

Milano Cortina 2026: Conferenza dei servizi decisoria su Villaggio Olimpico a Cortina

Milano Cortina 2026: Conferenza dei servizi decisoria su Villaggio Olimpico a Cortina

Si è svolta oggi la fondamentale Conferenza dei servizi decisoria sul Villaggio Olimpico di Cortina d’Ampezzo. È quanto si legge sul sito web di Società Infrastrutture Milano Cortina 2026 (SIMICO) La conferenza - in modalità telematica - ha avuto come oggetto l’esame del progetto ‘unico...

BELLUNO, CONCLUSO IL PRIMO CORSO 2024 PER VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI

BELLUNO, CONCLUSO IL PRIMO CORSO 2024 PER VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI

Sono sedici i nuovi Vigili del fuoco volontari che hanno superato il primo corso di formazione, previsto per il 2024, per Vigili del fuoco dei distaccamenti volontari del comando di Belluno.L’attività formativa teorica pratica è iniziata il 12 aprile scorso, concludendosi domenica 9 giugno con...

GRAND SLAM DOLOMITICO, A LAGGIO DI CADORE BRILLANO EVA LECHNER E NICHOLAS PETTINÀ

GRAND SLAM DOLOMITICO, A LAGGIO DI CADORE BRILLANO EVA LECHNER E NICHOLAS PETTINÀ

400 concorrenti hanno dato vita, domenica 9 giugno, al terzo appuntamento della prima edizione di “Grand Slam Dolomitico”, il circuito in dodici prove che unisce ciclismo e podismo e i territori di Cadore, Comelico e Carnia, in alcune tra le più suggestive località montane tra Veneto e...

Saucony Dolomiti Extreme Trail 2024, festa per 2.600 runner sulle Dolomiti della Val di Zoldo

Saucony Dolomiti Extreme Trail 2024, festa per 2.600 runner sulle Dolomiti della Val di Zoldo

Sono stati 2.600 i runner che nel fine settimana 7-9 giugno hanno dato vita a Saucony Dolomiti Extreme Trail, evento del trail running che si disputa sui sentieri della Val di Zoldo, nel cuore delle Dolomiti Bellunese patrimonio dell’umanità Unesco, e che in questo 2024 ha confermato il...

RUZZOLA IN UN CANALE, IN GRAVI CONDIZIONI ESCURSIONISTA CANADESE

RUZZOLA IN UN CANALE, IN GRAVI CONDIZIONI ESCURSIONISTA CANADESE

Percorrendo assieme al compagno il sentiero attrezzato che scende dal Casel Sora'l Sass, sullo Spiz di Mezzodì, in Comune di Val di Zoldo,  un'escursionista canadese di 32 anni è inciampata, ruzzolando una trentina di metri tra i sassi di un canale. Il compagno, che si trovava più indietro e...

ANZIANO GRAVE DOPO UN INCIDENTE A MARGINE DEL BOSCO

ANZIANO GRAVE DOPO UN INCIDENTE A MARGINE DEL BOSCO

E stato trasportato all'ospedale in gravi condizioni un 82enne di Feltre, rimasto ferito quest'oggi a seguito di un incidente ancora da chiarire. Attorno alle 13 la Centrale del Suem 118 era stata attivata per il mancato rientro all'ora di pranzo dell'uomo, che si trovava a prendere legna con...