Skipass Cortina si rinnova: ecco Cortina Skiworld

Skipass Cortina si rinnova: ecco Cortina Skiworld

Il logo del Consorzio Esercenti Impianti a Fune (CEIF) di Cortina, San Vito, Auronzo e Misurina cambia immagine. Ciò che resta immutato è la passione, l’impegno, la cura per la montagna e per chi la frequenta.

Una ripartenza a tutti gli effetti: la rinnovata brand identity del CEIF si inserisce nello spartiacque tracciato dai Campionati del Mondo di sci alpino 2021, un prima e un dopo che scriverà una nuova pagina del Consorzio Impianti a Fune. Nasce così “Cortina Skiworld”, un marchio che evoca un immaginario fatto di simboli e valori comuni a Cortina, San Vito, Auronzo e Misurina.

RINNOVAMENTO, RILANCIO, RIPARTENZA

“In un anno così difficile – dichiara Marco Zardini, presidente CEIF – è fondamentale guardare verso nuovi orizzonti, facendo tesoro delle fatiche di questo 2020 particolare. Gli impiantisti da sempre lavorano con uno sguardo attento alla sicurezza degli impianti e delle persone che li utilizzano. Sono i primi a sapere quanto sia importante non sottovalutare mai le minacce, trovando sempre nuove soluzioni per poterle affrontare. Ecco perché il Consorzio ha scelto proprio questo momento per un grande passo”.

IL PERCORSO

Dalla scorsa primavera il consiglio di amministrazione ha definito le linee guida che hanno guidato la call per l’attività di rebranding del Consorzio, che ha portato sei agenzie italiane e straniere a presentare la loro interpretazione. Tra le varie ed interessanti proposte, ha maggiormente incontrato lo spirito del CEIF la proposta di Nascent Design, design agency indipendente con sede a Milano, che offre consulenze di brand innovation ad aziende italiane e internazionali.

La richiesta alle agenzie ha consistito nell’elaborazione di una brand image che desse risalto al “brand” Cortina e che al contempo fosse iconografica per le ski aree appartenenti al CEIF (Cortina, San Vito di Cadore, Auronzo e Misurina), a tutti e tre i comuni, alle ski aree e alle otto società impianti. Con un unico obiettivo: far vivere le Dolomiti nella sua dimensione più verticale.

“Questi eventi hanno un effetto trainante nonostante l’anno che abbiamo vissuto – afferma Cinzia Confortola, consulente strategico e marketing del Consorzio Cortina Skiworld – E’ stato questo traguardo, e l’appuntamento del 2026 con le Olimpiadi, che hanno spronato una realtà che non ha mai investito troppo sulla propria immagine, perché gli impianti a fune sono una componente del prodotto turistico. Il nostro consorzio è ampio, comprende tre aree, Cortina, San Vito, Auronzo e Misurina. E’ stato necessario un lungo processo per arrivare a capire e riconoscere il ruolo trainante del marchio Cortina per tutte le ski aree, e le Dolomiti”.

Tutto è iniziato dallo sci e da quel vero e proprio oggetto del desiderio che evoca sensazioni, velocità, movimento, libertà: lo skipass. Desiderio che nel tempo si è evoluto, per l’esigenza e la richiesta degli utenti di potere frequentare le Dolomiti 12 mesi all’anno. Il CEIF e le sue società hanno saputo interpretare il cambiamento diventando una realtà aziendale presente sul territorio tutto l’anno. E guardando alle sfide, il Consorzio aveva la necessità di semplificare e valorizzare la propria immagine, nella consapevolezza che il territorio in cui opera rappresenta un unicum a livello mondiale.

E’ sempre fondamentale creare e condividere una brand identity univoca, forte e riconoscibile in ogni contesto – afferma Massimiliano Bosio, CEO Nascent Design –. Per quanto riguarda il Consorzio Impianti a Fune era necessario un rebranding, renaming, e riposizionamento del Consorzio con l’obiettivo di valorizzare sia un territorio sia tutte le società che ne fanno parte. Ecco perché la scelta dello scoiattolo, simbolo di Cortina, per rappresentare una realtà che non corrisponde unicamente a un servizio – gli impianti di risalita – ma a un vero e proprio mondo. Ed ecco spiegato anche il cambio del nome in “Cortina Skiworld”: perché è di un mondo che si parla”.

A intervistare Massimiliano Bosio è stato Umberto La Bozzetta, Editorial Board della rivista Genius. Con lui anche Francesco La Bella, CEO e Head of Design.

Genius People Magazine è la rivista che dà voce a personaggi di attualità fuori dalla cronaca e dalla politica, in una ricerca del bello e attraverso una narrazione fluida e leggera. Genius ha voluto dedicare uno speciale in occasione di Cortina 2021, con interviste al presidente del Veneto Luca Zaia, il campione azzurro e ambassador dei Mondiali Kristian Ghedina, il presidente delle Regole D’Ampezzo Flavio Lancedelli, gli approfondimenti sui Mondiali di Kite, uno Skisafari Gourmet, l’Hotel De La Poste e molto altro ancora.

3 IS THE MAGIC NUMBER

Tre comprensori: Cortina, San Vito, Auronzo e Misurina fatti di sport, tradizione e cultura uniti sotto un unico nome. Forse si tratta di una casualità, ma il numero tre è stato il punto di partenza nello sviluppo del logo. Un numero che ha in sé una magia particolare. In numerologia il tre è il simbolo della conciliazione per il suo valore unificante. La sua espressione geometrica è il triangolo, simbolo esemplare del ritorno del multiplo all’unità: due punti separati nello spazio, si assemblano e si riuniscono in un terzo punto situato più in alto… la storia del logo parte da qui.

Cortina, San Vito, Auronzo e Misurina presentano un’identità triplice che tuttavia si sviluppa da una radice e da un valore comune. Le si trova raffigurate nel segno grafico, un tratto semplice e pulito che vuole ricordare le Dolomiti. In questa direzione va anche il colore del logo. Le Dolomiti sono montagne ricche di magia. Il cielo delle Dolomiti con il suo colore azzurro limpido diviene la metafora dell’abbraccio simbolico che riunisce i tre comprensori sotto un unico cielo.

IL MARCHIO “CORTINA”

La notorietà del marchio Cortina è sorprendente. Poche sono infatti le località turistiche che portano nel proprio patrimonio un nome intriso di così tanto contenuto valoriale positivo. Il suo abbinamento agli eventi internazionali, dai Mondiali fino alle Olimpiadi Invernali Milano – Cortina 2026 non fa che rafforzarne il pregio. Un nome che sa accogliere, rispettare e valorizzare i valori distintivi e caratterizzanti dei comprensori di Auronzo – Misurina e San Vito, che contribuiscono ad esaltare l’ampiezza del comprensorio e la sua articolazione, andando oltre i confini territoriali, perché lo sci e lo sport sono soprattutto questo.

SKIWORLD

La parola “Ski” è di facile intuizione per identificare gli impianti di risalita e, nonostante possa suonare limitativa per la stagione estiva, richiama immediatamente lo “Skipass” che evoca quella libertà che solo la dimensione verticale delle Dolomiti possono regalare… a prescindere dalla stagione.

Il termine inglese “World” identifica chiaramente il comprensorio come una destinazione internazionale di primaria importanza oltre ad esaltarne l’ampiezza e articolazione.

VALORI DEL LOGO E DEL LUOGO

Oltre agli ambiti strategici di offerta legati al territorio come sport, eventi, natura e stile e al prestigio del brand “Cortina”, si è voluto dare maggiore enfasi al comprensorio esaltandone l’ampiezza, le caratteristiche e l’articolazione dell’offerta. E’ questo il valore del territorio, valore legato all’ambiente, un valore in termini di dimensione sportiva, di strumenti per vivere le montagne, senso di innovazione e visione di sguardo in avanti.

Tra le prime applicazioni pratiche del nuovo logo, la produzione in edizione limitata di un occhiale da sole in co-brand, Cortina Skiworld & Frenk, dell’azienda cadorina Glam Srl. La scelta di un’azienda del Cadore (a Calalzo) vuole rimarcare l’importanza di quel Made in Veneto che ha reso la regione grande non solo in Italia, ma nel mondo. Il Cadore, in particolare, da sempre vanta una forte tradizione di artigianato locale nel settore ottico. Il marchio Frenk affonda le sue radici negli anni Cinquanta, in una piccola officina nel garage di casa, capace in pochi anni di crescere e rendere la sua produzione di occhiali in celluloide famosa a livello internazionale.

In occasione dei Mondiali di sci alpino gli occhiali brandizzati Cortina Skiworld saranno esposti nella vetrinetta della Cigar Room dell’Hotel de la Poste.
Un progetto che mette in evidenza tutto il saper fare, unito all’innovazione e al design made in Cadore e made in Veneto. “E’ un onore per il CEIF – dichiara il presidente Marco Zardini – poter lanciare il proprio brand con un’azienda di questo calibro durante un evento mondiale firmato Italia”.

logo

Related posts

SCIVOLA IN UN DIRUPO DURANTE UNA PASSEGGIATA

SCIVOLA IN UN DIRUPO DURANTE UNA PASSEGGIATA

Vittorio Veneto (TV), 06 - 03 - 21 Alle 10.20 circa il Soccorso alpino delle Prealpi Trevigiane è stato allertato dalla Centrale del Suem, per un uomo scivolato in un dirupo in località Perdonanze, lungo il sentiero che da Vittorio Veneto procede in direzione di Tarzo. G.F., 66 anni, di Alpago...

HAFRO CORTINA: FALSO ALLARME COVID

HAFRO CORTINA: FALSO ALLARME COVID

ATTENZIONE DOPPIA IN MONTAGNA PER GHIACCIO E NEVE SCIOLTA

ATTENZIONE DOPPIA IN MONTAGNA PER GHIACCIO E NEVE SCIOLTA

 Attenzione doppia in questi giorni in montagna: di primo mattino il ghiaccio ricopre tutte le superfici, per lasciare il posto a neve sciolta e saponosa nelle ore più calde. In entrambi i casi il rischio di scivolata è molto alto. Il Soccorso alpino consiglia di indossare catenelle/ramponcini...

DOLOMITI SUPERSKI: CI VEDIAMO IN ESTATE

DOLOMITI SUPERSKI: CI VEDIAMO IN ESTATE

Il primo DPCM del Governo Draghi prolunga la chiusura degli impianti di risalita e il divieto di utilizzo degli stessi da parte degli sciatori amatoriali, fino al 6 aprile prossimo. Così, dopo l’Immacolata, Natale, Capodanno e Carnevale, ora viene a mancare anche la Pasqua, ultima ricorrenza...

COVID-19: SALGONO A 46 I POSITIVI A CORTINA D’AMPEZZO

COVID-19: SALGONO A 46 I POSITIVI A CORTINA D’AMPEZZO

Il sindaco di Cortina d’Ampezzo, Gianpietro Ghedina, aggiorna la comunità sull’evolversi dell’epidemia da Covid-19. “In questi due giorni ”, scrive Ghedina, “il numero di positivi al Covid-19 nel territorio di Cortina d’Ampezzo è passato da 28 a 46 casi (+18). Le persone in quarantena...

GRAVE GIOVANE SCIALPINISTA CADUTA IN PALANTINA

GRAVE GIOVANE SCIALPINISTA CADUTA IN PALANTINA

Tambre (BL), 04 - 03 - 21 Sono gravi le condizioni di una giovane scialpinista caduta da un salto di roccia mentre con un'amica risaliva il Cimon di Palantina. A dare l'allarme, verso le 10.50, uno sciatore che da sotto aveva assistito all'incidente. Arrivata prima dell'imbuto che costituisce...

SCIATORE SI INFORTUNA A CORTINA D’AMPEZZO

SCIATORE SI INFORTUNA A CORTINA D'AMPEZZO

Cortina d'Ampezzo (BL), 03 - 03 - 21 Passate da poco le 13, l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è volato nella zona di Mietres dove, scendendo lungo la traccia delle vecchie piste, uno sciatore si era fatto male. L'uomo, un trentaseienne, è stato recuperato con un probabile trauma alla...

COVID-19: SALGONO A 28 I POSITIVI A CORTINA D’AMPEZZO

COVID-19: SALGONO A 28 I POSITIVI A CORTINA D’AMPEZZO

Il sindaco di Cortina d’Ampezzo, Gianpietro Ghedina, aggiorna la comunità sull’evolversi dell’epidemia da Covid-19. “In questi due giorni ”, scrive Ghedina, “il numero di positivi al Covid-19 nel territorio di Cortina d’Ampezzo è passato da 20 a 28 casi (+8). Le persone in quarantena...

PISTA DA BOB. LA GIUNTA REGIONALE ACCELERA SULLO STUDIO DI FATTIBILITÀ.

PISTA DA BOB. LA GIUNTA REGIONALE ACCELERA SULLO STUDIO DI FATTIBILITÀ.

“Stamani in Giunta abbiamo approvato lo schema di convenzione con il Comune di Cortina per definire i passaggi fondamentali della riqualificazione dell’impianto di bob ‘Eugenio Monti’. Dallo studio di fattibilità tecnica ed economica dovranno emergere chiaramente le condizioni e gli interventi...