EMERGENZA NEVE

EMERGENZA NEVE

A seguito delle copiose nevicate degli ultimi giorni, su richiesta delle prefetture e attraverso la Regione Veneto, ieri il Soccorso alpino e speleologico Veneto è stato attivato per rispondere a situazioni di emergenza nei territori montani. Tecnici del Soccorso alpino di Arsiero e Asiago sono intervenuto nel pomeriggio sul Monte Corno, a Calvene (VI), hanno accompagnato con motoslitte e sci d’alpinismo gli operatori dell’Enel, chiamati a ripristinare un guasto sulla linea elettrica. Una squadra di Asiago è poi stata inviata a Forte Corbin, nel comune di Cogollo del Cengio (VI) a recuperare sempre con le motoslitte il personale di Terna che, trasportato in elicottero per un’interruzione sull’alta tensione, non era potuto rientrare a causa della scarsa visibilita che aveva impedito il ritorno del velivolo. Il Soccorso alpino di Verona ha accompagnato i tecnici di e – distribuzione da Due Pozze, a San Zeno di Montagna (VR), aprendo la strada con il quad e poi con gli sci d’alpinismo per raggiungere i piloni tra il Rifugio Fiori del Baldo, rimasto senza luce, e le Creste di Naole, per effettuare la straordinaria manutenzione. Una squadra si è poi portata al Rifugio per verificarne le ripristinate funzioni.
Le Stazioni del Soccorso alpino di Auronzo, Alpago, Pieve di Cadore si sono affiancate al Soccorso alpino della Val Comelico a Santo Stefano di Cadore (BL), per provvedere allo sgombero della neve sui tetti di edifici pubblici e vecchi, nonché per liberare i camini dal peso e ripulire falde lato strada incombenti sulla viabilità principale.
Oggi riprenderà la pulizia dei tetti su indicazioni del Centro operativo dell’Unione montana.

“Le procedure per la dichiarazione dello Stato di Crisi sono già state avviate. Quanto prima firmerò l’atto formale”.

Lo annuncia il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, in relazione alla difficile situazione causata sulla montagna veneta dalle abbondanti nevicate di questi giorni.

“Da varie aree – aggiunge Zaia – giungono notizie di gravissimi disagi e vari danni a strade, infrastrutture e edifici. Siamo di fronte all’ennesima ondata eccezionale di maltempo per la quale procederemo in fretta alla conta dei danni per arrivare anche alla richiesta di dichiarazione dello Stato di Calamità Nazionale”.

“La montagna veneta, già alle prese con i gravi danni causati dalla chiusura degli impianti a causa del Covid – conclude Zaia – dovrà essere ulteriormente aiutata e ristorata per questo nuovo violento attacco del maltempo”.

logo

Related posts

COVID-19: SALGONO A 37 I POSITIVI A CORTINA D’AMPEZZO

COVID-19: SALGONO A 37 I POSITIVI A CORTINA D’AMPEZZO

Il sindaco di Cortina d’Ampezzo, Gianpietro Ghedina, aggiorna la comunità sull’evolversi dell’epidemia da Covid-19. “In questi due giorni”, scrive Ghedina, “il numero di positivi al Covid-19 nel territorio di Cortina d’Ampezzo è passato da 29 a 37 casi (+8). Le persone in quarantena...

5 milioni di euro per il nuovo bando regionale dedicato alla rottamazione delle vecchie auto

5 milioni di euro per il nuovo bando regionale dedicato alla rottamazione delle vecchie auto

Grande opportunità per i cittadini grazie al nuovo bando, approvato oggi dalla Giunta regionale su proposta dell'assessore all'Ambiente Gianpaolo Bottacin, con cui si promuovono importanti incentivi per chi vorrà rottamare la propria vecchia auto e sostituirla con un veicolo a basso impatto...

COVID-19: SALGONO A 29 I POSITIVI A CORTINA D’AMPEZZO

COVID-19: SALGONO A 29 I POSITIVI A CORTINA D’AMPEZZO

Il sindaco di Cortina d’Ampezzo, Gianpietro Ghedina, aggiorna la comunità sull’evolversi dell’epidemia da Covid-19. “In questo fine settimana”, scrive Ghedina, “il numero di positivi al Covid-19 nel territorio di Cortina d’Ampezzo è passato da 14 a 29 casi (+15). Le persone in quarantena...

Riapertura Motorizzazione Civile di Belluno

Riapertura Motorizzazione Civile di Belluno

CORTINA D’AMPEZZO: Il Comune assegna 430 mila euro di contributi alle Associazioni sportive e culturali.

CORTINA D'AMPEZZO: Il Comune assegna 430 mila euro di contributi alle Associazioni sportive e culturali.

Vaccinata a domicilio Nonna Neta: 96 anni, prima cadorina a guidare l’auto

Vaccinata a domicilio Nonna Neta: 96 anni, prima cadorina a guidare l'auto

Oggi “Nona Neta”, 96 anni, prima donna cadorina a guidare, è stata vaccinata a domicilio, da un medico del Dipartimento di Prevenzione dell’Ulss Dolomiti. Classe 1924, Antonietta Da Prà, meglio conosciuta come "Nona Neta" è stata la prima donna del Cadore ad avere auto e patente. Questa...

Soccorso Alpino e Speleologico Veneto: INFORTUNIO A SAN VITO DI CADORE

Soccorso Alpino e Speleologico Veneto: INFORTUNIO A SAN VITO DI CADORE

San Vito di Cadore (BL), 13 - 04 - 21 Attorno alle 14, il Pelikan di Bressanone è intervenuto su richiesta della Centrale del Suem, per un uomo che si era fatto male alla base della seggiovia che porta alla Cappellina di Tambres, a San Vito di Cadore. Risalito alle coordinate del luogo...

LA POLIZIA ARRESTA UNO SPACCIATORE

LA POLIZIA ARRESTA UNO SPACCIATORE

Nella mattinata di ieri gli uomini della Questura di Belluno hanno eseguito un’ordinanza cautelare di custodia in carcere emessa dal GIP presso il Tribunale di Belluno su richiesta della Procura della Repubblica a carico di Roberto Dal Borgo, gestore del “Bar Sport” di Sois. Dal Borgo è...

Don Giuseppe, riposa in pace!

Don Giuseppe, riposa in pace!

Alle ore 8.53 di oggi, venerdì 9 aprile, don Giuseppe Bortolas ci ha lasciati. Era stato trovato incosciente dal Vescovo nella serata di mercoledì scorso; era stato ricoverato a Pieve di Cadore e poi a Belluno. Era nato a Cesiomaggiore il giorno 11 settembre 1953, figlio di Bruno e Susanna...