Il 4 giugno 2020 riapre  il Museo Mario Rimoldi di Cortina d’Ampezzo

Il 4 giugno 2020 riapre il Museo Mario Rimoldi di Cortina d’Ampezzo

Il 4 giugno 2020 riapre

il Museo Mario Rimoldi di Cortina d’Ampezzo

Prorogata fino al 16 agosto 2020

la mostra “I Mille di Sgarbi. Lo stato dell’arte contemporanea in Italia”

a cura di Vittorio Sgarbi

Il 4 giugno prossimo, con un anticipo di 3 settimane rispetto agli anni scorsi, riaprirà il Museo Mario Rimoldi di Cortina d’Ampezzo che, a poche settimane dall’inaugurazione della mostra “I Mille di Sgarbi. Lo stato dell’arte contemporanea in Italia”, aveva chiuso i battenti adempiendo alle disposizioni ministeriali in materia di Coronavirus.

Scrive il responsabile del Museo Rimoldi, Sig. Gianfrancesco Demenego, nel numero di maggio del notiziario “Ciasa de ra Regoles”: “In questi mesi, in considerazione del non indifferente lavoro svolto per la realizzazione della mostra, sia gli organizzatori della stessa, che il Museo, si sono impegnati nell’intento di prorogarne l’apertura oltre il termine previsto, a suo tempo fissato per il 13 aprile 2020. Con grande soddisfazione di entrambe le parti, l’obiettivo è stato raggiunto. Le creazioni degli oltre sessanta artisti, provenienti da tutta Italia, che il prof. Vittorio Sgarbi aveva personalmente selezionato, rimarranno dunque a Cortina d’Ampezzo ancora fino al 16 agosto, continuando così il loro speciale dialogo con le importanti opere della Collezione Rimoldi. Un percorso espositivo costituito da originali accostamenti tra le opere dei grandi artisti dell’arte moderna e la fotografia, la pittura e la scultura contemporanee. Si è inoltre creato un simpatico gemellaggio tra il Museo Rimoldi e Cervia, dove eterogenei artisti esporranno a luglio altre opere, sempre scelte dal prof. Sgarbi.

Dopo Ferragosto, il Museo Rimoldi presenterà poi due nuove mostre, alle quali si sta lavorando. “Rimane infatti la convinzione, scrive ancora Demenego – che la cultura, di qualsiasi genere essa sia, non rappresenti un bene accessorio, ma vitale linfa, capace di rinvigorire spirito e mente, spingendoci avanti, oltre la sfiducia e la paura. Alla stregua di tutte le attività che, rimettendosi in marcia con vigore e fantasia, contribuiscono ad offrire un’immagine vitale del paese, il Museo Rimoldi, attraverso le sue proposte culturali, desidera dare un segnale positivo. Naturalmente, sempre nel rispetto delle modalità di sicurezza sanitaria e in piena osservanza delle regole di distanziamento fisico.

Gli orari di apertura del Museo saranno i seguenti:

dal 4 al 25 giugno: 15.30-19.30

dal 26 giugno in poi : 10.30-12.30/16.00-20.00

giorno di chiusura è il lunedì, tranne ad agosto, quando il Museo rimarrà aperto tutti i giorni. Ingresso a pagamento

logo

Related posts

AGGIORNAMENTO COVID A SAN VITO DI CADORE E IN COMELICO

AGGIORNAMENTO COVID A SAN VITO DI CADORE E IN COMELICO

Le ultime 24 ore di attività laboratoristica hanno registrato 18 nuove positività: due soggetti contatti di caso di focolaio familiare-lavorativo noto; nove soggetti, contatto di caso afferenti al focolaio che interessa i Comuni di San Pietro e Santo Stefano di Cadore; quattro soggetti già...

Intervento nella notte in Comelico

Intervento nella notte in Comelico

Comelico Superiore (BL), 26 - 09 - 20 Ieri sera attorno alle 23 il Soccorso alpino della Val Comelico è stato attivato a seguito della chiamata di due escursionisti. I due, A.S., 27 anni, di Mogliano Veneto (TV), lui, e V.F.M., 32 anni, di Gardone Val Trompia (BS), lei, erano d'accordo che si...

CortinAteatro: “DA VENEZIA AD HOLLYWOOD”.

CortinAteatro: “DA VENEZIA AD HOLLYWOOD”.

Gran finale per CortinAteatro, la rassegna concertistica e teatrale promossa e sostenuta dal Comune di Cortina d’Ampezzo, con il sostegno della Regione del Veneto, ideata e coordinata dall’associazione Musincantus: domenica 27 settembre alle 20.45 all’Alexander Girardi Hall è in programma “Da...

INTERVENTI DI SOCCORSO A CORTINA D’AMPEZZO

INTERVENTI DI SOCCORSO A CORTINA D'AMPEZZO

Ieri mattina alle 7.45 una squadra del Soccorso alpino di Cortina è stata inviata dalla Centrale del Suem al Rifugio Biella, poiché un turista tedesco di 32 anni non era in grado di camminare per un dolore al ginocchio. L'uomo è stato accompagnato a valle in jeep e si è allontanato con i mezzi...

Recuperate due escursioniste di nazionalità Belga verso il Rifugio Vandelli

Recuperate due escursioniste di nazionalità Belga verso il Rifugio Vandelli

Alle 15.30 circa il Soccorso alpino di Cortina è stato allertato per due escursioniste in difficoltà nel Gruppo del Sorapiss. Le due donne di 41 e 42 anni, di nazionalità Belga, stavano scendendo lungo il sentiero numero 216 da Forcella Marcuoira verso il Rifugio Vandelli, quando, anziché...

SETTE NUOVI OPERATORI PER IL SOCCORSO IN FORRA

SETTE NUOVI OPERATORI PER IL SOCCORSO IN FORRA

Sette nuovi operatori per il Gruppo forre del Soccorso alpino e speleologico Veneto. Dopo due intensi giorni di verifiche in Val del Mus a Sedico e in Cajada a Longarone, questo fine settimana sette soccorritori, provenienti dalle Stazioni di tutta la regione, hanno superato l'esame ciascuno...

AFFLUENZA ALLE URNE

AFFLUENZA ALLE URNE

Di seguito l'affluenza alle urne nei Comuni della Provincia di Belluno. Si vota fino alle 15 di oggi, lunedì 21 settembre. In seguito inizieranno le operazioni di spoglio. Dati della prefettura di Belluno.

Soccorso Alpino oggi sull’Antelao, Agner e Rifugio Vandelli

Soccorso Alpino oggi sull'Antelao, Agner e Rifugio Vandelli

Alle 13.50 circa l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è stato inviato a metà della via normale all'Antelao, a San Vito di Cadore, per un escursionista di Mogliano Veneto (TV), F.T., 51 anni, che si era slogato una caviglia scendendo. L'uomo, che si trovava con altre persone, aveva tentato di...

ANZIANO SI INFORTUNA IN ALPAGO

ANZIANO SI INFORTUNA IN ALPAGO

Alpago (BL), 19 - 09 - 20 Alle 7.30 il Soccorso alpino dell'Alpago è stato allertato per un cacciatore di 92 anni, infortunatosi un chilometro circa sopra la casa cantoniera di Santa Croce a Puos d'Alpago, a dare l'allarme il compagno di caccia ottantaseienne che era con lui. L'anziano di Ponte...