SCUOLA SANITARIA REGIONALE: DUE GIORNI DI ADDESTRAMENTO SOTTO L’AGNER

SCUOLA SANITARIA REGIONALE: DUE GIORNI DI ADDESTRAMENTO SOTTO L’AGNER

Voltago Agordino (BL), 02 – 10 – 19
È stato un fine settimana intenso per infermieri e medici del Soccorso alpino e speleologico Veneto, impegnati assieme alla componente tecnica in due serratissime giornate di addestrmento nell’area attorno al Rifugio Scarpa, sotto il Monte Agner. La Scuola sanitaria regionale non si è infatti risparmiata nella scelta degli scenari operativi da proporre ai partecipanti provenienti dalle tre Delegazioni: II Dolomiti Bellunesi, XI Prealpi Venete e VI Speleo. Sabato il ritrovo è stato fissato alle 8 a Frassenè Agordino per il primo gruppo, cui si sono aggiunti altri soccorritori la domenica mattina, per un totale di 45 volontari, compresi istruttori regionali e un nazionale di soccorso alpino, tecnici di elisoccorso e tecnici di soccorso alpino. Obiettivo degli organizzatori mettere in stretto rapporto la parte sanitaria e quella tecnica, in modo da permettere un confronto diretto costante e il raggiungimento dell’operatività più appropriata ad ogni caso affrontato. Arrivati al Rifugio Scarpa, i soccorritori sono stati divisi in squadre, ognuna comprendente 3 sanitari e 2 tecnici. A ciascuna è stato consegnato il materiale – medicinali e presidi sanitari – da utilizzare per i due giorni, senza possibilità di integrazioni una volta partita l’esercitazione. È poi cominciato l’addestramento con le prime 4 emergenze ipotizzate al mattino di sabato, poi a seguire 4 al pomeriggio, 4 la domenica mattina e una maxiemergenza a sorpresa a chiusura della due giorni. Ad ogni ambito erano inoltre associati particolari attrezzature, tipi di barelle, corde e ancoraggi per le manovre di recupero. In ciascun scenario, un figurante era stato istruito per recitare esattamente la parte di un infortunato o persona colta da malore, rispondendo – se previsto – alle domande dei soccorritori e simulando sintomi e comportamenti tali da permettere diagnosi e intervento tempestivi. Direttore, vicedirettori e due istruttori della Scuola medica nazionale del Cnsas che seguivano gli scenari, oltre ovviamente a supervisionare l’andamento corretto delle manovre, erano a disposizione della squadra come voce fuori campo, per suggerire l’andamento dei parametri vitali dei pazienti, per incalzare con repentini peggioramenti, per rappresentare la centrale del 118. Dall’allarme, all’arrivo dell’elicottero o dell’ambulanza, tutte le emergenze sono state seguite come se la squadra si trovasse in un reale intervento. Molteplice la casistica valutata: traumi da caduta, malori, sindrome da sospensione, shock, ferite. Realistici anche i luoghi scelti per localizzare gli incidenti, scarpate, prati, canali ghiaiosi, falesia, bosco, salti di roccia, imponendo spostamenti verticali del paziente, sia con calate che con recuperi dall’alto, e trasporto orizzontale.
“È per noi motivo di orgoglio avere così tante persone che donano il loro tempo e la loro professionalità, mettendosi sempre in discussione e impegnandosi costantemente nella formazione e nell’aggiornamento”, esprime la propria soddisfazione il direttore della Scuola sanitaria regionale Ludovica Sandei, che assieme alla vice Laura Pegge ha organizzato l’evento.

Related posts

Seminario Milano Cortina 2026 al via.

Seminario Milano Cortina 2026 al via.

Milano Cortina 2026 inizia a correre verso il futuro. È iniziato oggi, presso l’Auditorium Giorgio Gaber in Regione Lombardia, il Seminario Internazionale organizzato dal CIO, in collaborazione con il CONI e con gli Enti territoriali coinvolti nel progetto, per approfondire i contenuti e la...

INDAGINI DELLA POLIZIA PROVINCIALE PER L’ABBATTIMENTO DI UN GATTO SELVATICO.

INDAGINI DELLA POLIZIA PROVINCIALE PER L’ABBATTIMENTO DI UN GATTO SELVATICO.

Mercoledì scorso, 4 dicembre, nella zona dell’Alpago, è stato abbattuto un raro esemplare di gatto selvatico. Grazie a indagini serrate, la Polizia Provinciale è riuscita a risalire immediatamente all’autore, un cacciatore munito di regolare licenza, socio di una riserva di caccia dell’Alpago...

MILANO CORTINA 2026: costituita la Fondazione che organizzerà i Giochi.

MILANO CORTINA 2026: costituita la Fondazione che organizzerà i Giochi.

Il primo, grande traguardo, dopo l’assegnazione a Milano Cortina dei Giochi Olimpici Invernali 2026, è stato tagliato. È stata costituita oggi pomeriggio a Milano, nella sede della Regione Lombardia, la “Fondazione Milano Cortina 2026” che sarà il “Comitato Organizzatore per i Giochi Olimpici e...

SOCCORSI ESCURSIONISTI IN COMELICO

SOCCORSI ESCURSIONISTI IN COMELICO

Comelico Superiore (BL), 07 - 12 - 19 Attorno alle 14.30 la Centrale del 118 ha allertato il Soccorso alpino della Val Comelico per una coppia di escursionisti tedeschi in difficoltà. Partiti da Passo Monte Croce Comelico con l'intenzione di seguire un giro ad anello, i due trentenni assieme al...

PRESENTATA LA QUINTA EDIZIONE DELLA COPPA DEL MONDO DI SNOWBOARD DI CORTINA.

PRESENTATA LA QUINTA EDIZIONE DELLA COPPA DEL MONDO DI SNOWBOARD DI CORTINA.

Cortina è pronta per ospitare la Coppa del Mondo di snowboard, per il quinto anno consecutivo sulla pista Tondi di Faloria. Il team del Comitato Organizzatore in queste settimane ha lavorato costantemente, e sta continuando a farlo, per preparare la pista, la zona di arrivo e più in generale...

CONSEGNATO L’ALBERO DI NATALE A PALAZZO CHIGI.

CONSEGNATO L'ALBERO DI NATALE A PALAZZO CHIGI.

Venerdì sera la Provincia di Belluno ha consegnato a Roma l’abete che diventerà l’albero di Natale di Palazzo Chigi. Un abete bianco, prelevato in Val Mauria (Lorenzago di Cadore) con la collaborazione della Magnifica Regola di Vigo, Laggio, Piniè e Pelos. Il trasporto è avvenuto grazie ai...

Cortina Fashion Weekend #roadtoCortina2021.

Cortina Fashion Weekend #roadtoCortina2021.

Torna anche quest’anno la tre giorni di eventi più glamour di Cortina: la nuova edizione del Cortina Fashion Weekend - firmata “Cortina for Us” -, che dà via ufficialmente alla stagione invernale, è infatti alle porte. Un calendario fitto di appuntamenti che trasformeranno Cortina in un teatro a...

Arrivederci, vescovo Pietro!

Arrivederci, vescovo Pietro!

Si è spento nella notte Monsignor Pietro Brollo. Lo scorso 1 dicembre aveva compiuto 86 anni. Nato a Tolmezzo l'1 dicembre 1933, nel 1949 entrò nel seminario arcivescovile di Udine, dove frequentò il liceo classico e la propedeutica. Nel 1953 venne inviato a Roma per proseguire gli studi...

RECUPERATO E CURATO UN GALLO CEDRONE A MORTISA.

RECUPERATO E CURATO UN GALLO CEDRONE A MORTISA.

La Polizia Provinciale ha concluso positivamente un’operazione di tutela della fauna selvatica. Gli agenti della squadra catture hanno liberato questa mattina un gallo cedrone che si era smarrito, avvicinandosi pericolosamente ai centri abitati. L’animale, infatti, si aggirava da qualche giorno...