INTERVENTI IN MONTAGNA DEL SOCCORSO ALPINO 10 SETTEMBRE 2019

INTERVENTI IN MONTAGNA DEL SOCCORSO ALPINO 10 SETTEMBRE 2019

Attorno alle 14 l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore è intervenuto lungo la Ferrata Sci Club 18, dove una escursionista che stava salendo col marito, superato il tratto più impegnativo era rimasta bloccata dalla paura, incapace di proseguire. Recuperata dal tecnico del Soccorso alpino dell’equipaggio con un verricello di 30 metri, M.M., 32 anni, di Sovizzo (VI), è stata trasportata in piazzola a Cortina. Subito dopo l’eliambulanza è volata nella zona dei Ruderi del Popena, ad Auronzo di Cadore, a 2.150 metri di quota. In un tratto del sentiero reso più esposto dall’erosione dell’acqua, dopo il passaggio del compagno di escursione, un sessantenne tedesco era stato preso dal panico. Anche in questo caso, dopo essere stato raggiunto e assicurato, l’escursionista è stato issato a bordo con una verricellata di una decina di metri dal tecnico di elisoccorso, per essere poi sbarcato a Misurina. Contemporaneamente il Soccorso alpino dell’Alpago era stato allertato per un turista francese di 62 anni scivolato lungo il sentiero che dal Sassone della Madonnetta porta a Casera Palantina, nel comune di Tambre. All’uomo, che si trovava con tre connazionali e aveva riportato un probabile trauma alla caviglia, sono state prestate le prime cure dalla squadra sopraggiunta assieme a un infermiere, che gli ha stabilizzato la gamba. L’infortunato è poi stato preso in carica dall’elicottero del Suem che lo ha imbarcato con 20 metri di verricello per trasportarlo all’ospedale di Belluno. I tre compagni di gita sono stati riaccompagnati a valle dai soccorritori.

Alle 16 circa il Soccorso alpino della Val di Zoldo è stato allertato dal 118 per un incidente non distante dall’abitato di Iral. Camminando nel bosco poco fuori dal sentiero, lontana un chilometro dalle case, una sessantunenne di Val di Zoldo (BL), aveva messo male il piede tra due radici riportando un probabile trauma alla caviglia. Raggiunta da cinque soccorritori, alla donna è stata immobilizzata la gamba. Dopo essere stata caricata in barella, l’infortunata è stata trasportata fino alla strada, per essere affidata all’ambulanza diretta all’ospedale di Agordo.

Attorno alle 17.30 il Soccorso alpino di Cortina è stato allertato dalla Centrale operativa del 118, per un turista statunitense caduto mentre percorreva il sentiero sulla forcella sopra il Rifugio Biella. L’uomo, un sessantenne del Colorado, è stato raggiunto da una squadra del Sagf, avvicinatasi in jeep e poi a piedi. Dopo averlo medicato, per un taglio sulla testa e alcune contusioni, i soccorritori lo stanno trasportando all’ospedale.

Related posts

ANNUNCIATI I VINCITORI DI CORTINAMETRAGGIO 2.0

ANNUNCIATI I VINCITORI DI CORTINAMETRAGGIO 2.0

Annunciati i vincitori di Cortinametraggio 2.0 la XV edizione del Festival ideato e diretto da Maddalena Mayneri, il primo in Italia ad andare online, aderendo alla campagna #iorestoacasa lanciata dal mondo della cultura per contrastare la diffusione del Covid-19, con...

CON LA SCUSA DELLA SPESA SI SPOSTA PER SPACCIARE.

CON LA SCUSA DELLA SPESA SI SPOSTA PER SPACCIARE.

Continuano i controlli delle “volanti” della Questura di Belluno per contenere l’emergenza Covid-19. Nel tardo pomeriggio del 24.03 una pattuglia dell’U.P.G. e S.P. procede al controllo di un veicolo che da Belluno si sta portando a Limana. Alla guida si trova un uomo di origine nordafricana di...

IL LUPO AI TEMPI DEL CORONAVIRUS: UNA CONVIVENZA SEMPRE PIÙ DIFFICILE

IL LUPO AI TEMPI DEL CORONAVIRUS: UNA CONVIVENZA SEMPRE PIÙ DIFFICILE

L'amministrazione comunale di Chies d'Alpago è seriamente preoccupata per il futuro del proprio territorio, che da qualche tempo fa i conti con la presenza di lupi "problematici". In meno di 2 mesi si annovera ai lupi infatti la predazione di 50 pecore, 2 muli, 2 cani e si è ormai perso il...

CORONAVIRUS. I NUMERI DELLA LOTTA INGAGGIATA DALLA SANITA’ VENETA

CORONAVIRUS. I NUMERI DELLA LOTTA INGAGGIATA DALLA SANITA’ VENETA

Ad oggi, il sistema sanitario del Veneto è arrivato a effettuare 84.000 tamponi (numero record nel mondo in rapporto agli abitanti), con una media regionale di positivi pari al 9,6%. Degli 84.000, 27.436 sono stati effettuati sul personale sanitario. 564 sono i nuovi medici e infermieri assunti...

80MILA EURO DALL’ASSOCIAZIONE ALBERGATORI CORTINA PER L’EMERGENZA COVID

80MILA EURO DALL’ASSOCIAZIONE ALBERGATORI CORTINA PER L’EMERGENZA COVID

L’Associazione Albergatori di Cortina ha aperto una raccolta fondi per l’emergenza Covid 19 il 16 marzo. «Fino ad ora», spiega Roberta Alverà , presidente dell’Associazione Albergatori Cortina, «abbiamo raccolto quasi 80. 000 euro. Ieri è stata consegnata all'ospedale civile San Martino di...

CORONAVIRUS: 40 POSITIVI A CORTINA D’AMPEZZO

CORONAVIRUS: 40 POSITIVI A CORTINA D’AMPEZZO

Sale in maniera drammatica il numero dei positivi da Covid-19 a Cortina d’Ampezzo. Il sindaco di Cortina d’Ampezzo, Gianpietro Ghedina, con un atteggiamento votato alla trasparenza, continua ad informare la cittadinanza sulla situazione inerente il Covid -19. «Cari concittadini», scrive...

CORONAVIRUS: PERSI 15-20 MILA POSTI DI LAVORO IN VENETO

CORONAVIRUS: PERSI 15-20 MILA POSTI DI LAVORO IN VENETO

Dal 23 febbraio, giorno dell’entrata in vigore del primo provvedimento restrittivo per contrastare la pandemia da Coronavirus, il Veneto ha già perso dai 15 ai 20 mila posti di lavoro. Il dato arriva da Veneto Lavoro, l’ente strumentale della Regione Veneto che ha monitorato sull’impatto...

Calendario anticipato riscossione pensioni e accompagnamenti per i mesi di aprile maggio e giugno 2020

Calendario anticipato riscossione pensioni e accompagnamenti per i mesi di aprile maggio e giugno 2020

Anticipato e scaglionato il pagamento delle pensioni ad aprile maggio e giugno. Allo scopo di evitare affollamenti e contenere il contagio da covid 19, Poste Italiane ha previsto di poter erogare le pensioni e le indennità di accompagnamento, in forma anticipata, a tutti coloro che sono...

Coronavirus: Istruzioni per le persone in isolamento domiciliare

Coronavirus: Istruzioni per le persone in isolamento domiciliare

Il Dipartimento di Prevenzione dell’Ulss Dolomiti ricorda le principali indicazioni da rispettare per le persone in isolamento domiciliare e i familiari che li assistono, secondo le indicazioni dell’Istituto Superiore di Sanità. La persona con sospetta o accertata infezione COVID-19...