Numerosi interventi del Soccorso Alpino.

Numerosi interventi del Soccorso Alpino.

San Pietro di Cadore (BL), 27 – 08 – 19
Ieri attorno alle 18 il Soccorso alpino della Val Comelico è stato allertato per il mancato rientro di una quarantasettenne di San Pietro di Cadore (BL) dalla Val Visdende. La donna, che aveva contattato la madre alle 14.30 in stato confusionale, le aveva detto di trovarsi tra San Pietro e Costalta. Poi non c’erano state altre comunicazioni, essendo la zona priva di copertura telefonica. Il fratello era subito partito a cercarla, ma non riuscendo a rinvenire la sua auto aveva lanciato l’allarme. Una volta ritrovata la macchina, 500 metri sotto il bivio di Cianison, sono partite le squadre di soccorritori, Sagf, Vigili del fuoco e Carabinieri, che hanno iniziato a battere a tappeto le strade e i boschi circostanti. Attorno alle 22 la donna è stata poi ritrovata, 200 metri sopra la strada, trasportata all’ambulanza e accompagnata all’ospedale di Belluno per gli accertamenti del caso. Presente anche il Centro mobile di coordinamento.
San Vito di Cadore (BL), 26 – 08 – 19
Attorno alle 13.30 alcune persone che si trovavano al Bivacco Slataper hanno contattato il 118 dopo aver visto un parapendio precipitare sulla Croda Marcora. Il pilota, J.M., 34 anni, polacco, che aveva avuto problemi nella fase di decollo, era finito contro la parete 30 metri sotto la cima, rimanendo appeso per la vela a 2.500 metri di altitudine. Grazie al materiale alpinistico che portava con sé, si era subito assicurato alla roccia. L’elicottero del Suem di Pieve di Cadore arrivato sul posto, ha sbarcato in hovering più in quota il tecnico di elisoccorso, per evitare che la turbolenza dei rotori gonfiasse la vela. Il tecnico si è quindi portato sulla verticale e ha iniziato a predisporre gli ancoraggi, mentre.l’eliambulanza volava a imbarcare due volontari del Soccorso alpino di San Vito di Cadore in supporto alle operazioni. Il soccorritore si è calato una trentina di metri e ha raggiunto il pilota. Dopo aver verificato che fosse tranquillo, è risalito, ha ripiegato la vela e la ha inserita nel saccone. L’elicottero è poi tornato e ha recuperato con un verricello di 35 metri il tecnico di elisoccorso e l’infortunato, che aveva riportato un probabile trauma alla caviglia, per trasportarli a San Vito, dove l’equipe medica gli ha prestato le prime cure. L’eliambulanza è infine tornata sul Marcora, ha imbarcato i due soccorritori, li ha riportati a valle ed è decollato in direzione dell’ospedale di Belluno.
Cortina d’Ampezzo (BL), 26 – 08 – 19
Alle 13 circa il Soccorso alpino di Cortina è stato allertato per un bambino di 9 anni di Venezia che si era tagliato un dito. Una squadra ha raggiunto in jeep il Rifugio Palmieri, dove si trovava il piccolo infortunato, e lo ha accompagnato all’ospedale.
Sospirolo (BL), 26 – 08 – 19
Questa notte alle 2.15 la Centrale del 118 ha allertato il Soccorso alpino di Belluno per un escursionista non rientrato da un lungo giro impegnativo in Valle del Mis. L’uomo, E.P., 41 anni di Camposampiero (PD), era partito in mattinata e aveva lasciato detto alla sorella l’itinerario ad anello che era intenzionato a fare. Lei, non vedendolo rientrare, preoccupata aveva lanciato l’allarme. Una squadra si è portata alla Soffia, dove i Carabinieri avevano ritrovato l’auto parcheggiata, per raccogliere assieme ai Vigili del fuoco tutte le informazioni utili. Un soccorritore e un vigile del fuoco sono quindi partiti in jeep per portarsi all’imbocco del sentiero, che hanno poi iniziato a percorrere chiamando a voce l’uomo, dal momento che tutta la zona è senza copertura telefobica. Nel frattempo veniva organizzata la ricerca a partire dalle prime luci, con il ritrovo alle 6 del Soccorso alpino di Belluno e Feltre con unità cinofile, Centro mobile di coordinamento e altre Stazioni contermini in arrivo, Vigili del fuoco, Soccorso alpino della Guardia di finanza e, alle 8, con il sorvolo dell’elicottero del Suem di Pieve di Cadore. Due squadre sono quindi partite per perlustrare nei due sensi opposti il giro ad anello. Per fortuna alle 7.30 l’escursionista, che stava bene, è arrivato alla macchina. Essendosi attardato sul sentiero, aveva preferito fermarsi col buio in una casera. Ai soccorritori ha riferito che nella notte aveva sentito i richiami e aveva provato a rispondere. L’allarme è quindi cessato e le squadre sono state fatte rientrare.
logo

Related posts

Tre arresti e due denunce tra Primiero e Bellunese. Avevano ucciso anche un’aquila reale

Tre arresti e due denunce tra Primiero e Bellunese. Avevano ucciso anche un’aquila reale

Impiegavano armi clandestine e modificate per abbattimenti illegali: organizzazione fermata dal Corpo forestale del Trentino È stata posta a termine dal Corpo forestale del Trentino l’attività di bracconaggio di un gruppo organizzato che operava - anche con l’impiego di armi illegali - nei...

CHIUSA LA CICLABILE TRA FIAMES E CIMABANCHE

CHIUSA LA CICLABILE TRA FIAMES E CIMABANCHE

"A causa della bomba d’acqua verificatasi venerdì 5 agosto che ha gravemente compromesso parte della nostra ciclabile", scrive il sindaco Gianluca Lorenzi in una nota, "si è reso necessario vietarne l’accesso nel tratto compreso tra Fiames e Cimabanche. Non abbiamo trattato l’argomento con...

A CENCENIGHE LA MOSTRA “PRIMA DELL’ALBA – DOLOMITI BELLUNESI”

A CENCENIGHE LA MOSTRA "PRIMA DELL’ALBA – DOLOMITI BELLUNESI"

La mostra PRIMA DELL’ALBA – DOLOMITI BELLUNESI, che si terrà dal 16 agosto al 4 settembre 2022 presso il circolo culturale Nof Filò di Cencenighe Agordino, è incentrata su un’accurata selezione di opere del lavoro decennale dell’artista Vladek Cwalinski sulle Dolomiti bellunesi, in particolare...

INTERVENTI IN MONTAGNA

INTERVENTI IN MONTAGNA

Verso le 16.30, ieri, una squadra del Soccorso alpino della Guardia di finanza e intervenuta nei pressi del Rifugio Auronzo, dove si trovava un'escursionista 58enne di Poggibonsi (SI), che aveva riportato un sospetto trauma alla spalla. La donna è stata poi recuperata dall'elicottero di Dolomiti...

INTERVENTI IN MONTAGNA A CORTINA D’AMPEZZO E CESIOMAGGIORE

INTERVENTI IN MONTAGNA A CORTINA D'AMPEZZO E CESIOMAGGIORE

Questa mattina l'elicottero di Dolomiti Emergency è intervenuto nella zona delle Cinque Torri, dove, scalando una via breve nelle vicinanze della Torre Inglese, un diciannovenne di Firenze aveva riportato una sospetta distorsione al ginocchio. Poiché non era possibile per il compagno calarlo...

SCIVOLA NEL BOSCO IN CERCA DI FUNGHI

SCIVOLA NEL BOSCO IN CERCA DI FUNGHI

Verso le 10 la Centrale del Suem è stata allertata per una donna scivolata nei boschi sotto Passo Monte Croce. La 73enne di Treviso era scesa in cerca di funghi con il marito nelle vicinanze della cascata del Pissandol, salvo chiamare al cellulare l'uomo, risalito prima di lei, dicendogli che...

FRANA SUL PELMO: NESSUN COINVOLTO

FRANA SUL PELMO: NESSUN COINVOLTO

Stanno rientrando le squadre del Soccorso alpino della Val Fiorentina e del distaccamento di Selva di Cadore dei Vigili del fuoco volontari, salite per un primo sopralluogo sotto il Monte Pelmo, dalla cui parete nord questa mattina poco prima delle 8 è avvenuto un crollo, ripreso da molte...

SCARICA DI ROCCIA SUL PELMO, SOCCORSO ALPINO SUL POSTO

SCARICA DI ROCCIA SUL PELMO, SOCCORSO ALPINO SUL POSTO

Il Soccorso alpino della Val Fiorentina è impegnato nel sopralluogo dell'area interessata, questa mattina verso le 8, da una scarica di roccia crollata dal Monte Pelmo, per escludere la presenza di persone coinvolte.

Venerdì 12 agosto con CortinAteatro l’opera lirica salirà in quota.

Venerdì 12 agosto con CortinAteatro l’opera lirica salirà in quota.

Venerdì 12 agosto con CortinAteatro l’opera lirica salirà in quota: alle 20.45 all’Alexander Girardi Hall di Cortina d’Ampezzo, Belluno, “L’elisir d’amore” di Gaetano Donizetti, su libretto di Felice Romani, andrà in scena nell’ambito della stagione concertistica e teatrale promossa e sostenuta...