AL VIA INTERVENTO PER MITIGARE IL RISCHIO IDROGEOLOGICO SU TORRENTI GIRALBA E GRAVASECCA AD AURONZO.

AL VIA INTERVENTO PER MITIGARE IL RISCHIO IDROGEOLOGICO SU TORRENTI GIRALBA E GRAVASECCA AD AURONZO.

COMUNICATO STAMPA REGIONE VENETO

AL VIA INTERVENTO PER MITIGARE IL RISCHIO IDROGEOLOGICO SU TORRENTI GIRALBA E GRAVASECCA AD AURONZO. NUOVO CANTIERE ANCHE A LAGO SCIN A CORTINA CONSEGUENTE A UNA COLATA NOTTURNA. BOTTACIN: “MOVIMENTATE MOLTE MIGLIAIA DI METRI CUBI DI GHIAIA”

(AVN) – Venezia, 22 agosto 2018

L’assessore regionale alla Difesa del Suolo Gianpaolo Bottacin si è recato in sopralluogo in mattinata, ad Auronzo di Cadore prima e a Cortina d’Ampezzo poi, per verificare il via a due interventi sull’Ansiei e a Lago Scin. Per quanto riguarda Auronzo sono stati portati in giornata i mezzi e le strumentazioni necessari per il cantiere, sui torrenti Giralba e Gravasecca, che da domani darà l’avvio ai lavori di pronto intervento per il rafforzamento della sicurezza idraulica e stradale dell’area.

“Gli interventi di sistemazione idraulico forestale previsti, dell’importo di 50.000 mila euro saranno seguiti direttamente dalla nostra Unità Organizzativa Forestale di Belluno – spiega l’assessore alla Difesa del Suolo Gianpaolo Bottacin – e prevedono la movimentazione di circa 10.000 metri cubi di ghiaia dagli alvei dei torrenti Giralba e Gravasecca, entrambi affluenti del torrente Ansiei”.

Lavori importanti per evitare che i depositi di ghiaia accumulatisi nel tempo costituiscano pericolo per la sottostante strada regionale n. 48 delle Dolomiti, che da Auronzo porta a Misurina. La ghiaia, in caso di eventi meteorologici avversi, rischia infatti di tracimare sopra il ponte, mettendo in pericolo i veicoli in transito. Dal punto di vista esecutivo sarà perciò movimentato un quantitativo di diverse migliaia di metri cubi di ghiaia che verrà spostato dall’alveo dei torrenti e depositato sulle sponde creando dei rialzi arginali al fine di rafforzare le naturali opere di difesa idraulica.

“L’intervento – sottolinea Bottacin – consentirà così di ottenere, oltre al rimodellamento degli alvei, anche il rinforzo delle sponde senza eseguire alcuna nuova opera ma con la semplice riallocazione della ghiaia”. Sono ingenti infatti i quantitativi di ghiaia che vanno costantemente tenuti sotto controllo nell’area per mantenere gli equilibri del sistema e preservare le difese esistenti.

“Proprio allo scopo di ottimizzare i lavori per garantire la sicurezza idrogeologica – dettaglia l’assessore – la Regione sta monitorando la situazione per intervenire in via preventiva e tempestivamente quando necessario, come in questo caso, con interventi puntuali che nel giro di una quindicina di giorni ripristineranno l’area”.

In caso di eventi meteorologici avversi, non sempre prevedibili, le colate di ghiaia che scendono dalle cime dolomitiche ammassandosi sugli alvei del Giralba e Gravasecca potrebbero infatti occludere la luce del ponte, impedendo il libero deflusso con conseguenti potenziali pericoli anche per gli automobilisti. Un simile fenomeno si era verificato, pur senza causare rilevanti danni, anche nel 2015.

A Cortina invece il cantiere nei pressi di Lago Scin curato dalle strutture regionali si era chiuso solamente ieri, ma una nuova colata detritica durante la notte appena trascorsa ha imposto un’immediata riapertura del medesimo con nuovo invio di personale e mezzi per un supplemento di interventi.

“Con estrema attenzione la Regione mantiene alta la guardia anche con piccoli interventi – conclude Bottacin – tramite un’intensa attività di monitoraggio delle varie situazioni di possibile criticità per arrivare in via preventiva, in tutte le situazioni in cui è tecnicamente possibile, a mitigare il rischio idrogeologico attraverso centinaia di cantieri nell’intero territorio regionale”.

logo

Related posts

SOCCORSO ESCURSIONISTA IN DIFFICOLTÀ

SOCCORSO ESCURSIONISTA IN DIFFICOLTÀ

Impegnato lungo l'Alta Via degli Eroi dopo essere partito lunedì da Porcen e aver pernottato a Malga Paoda, martedì mattina un 28enne di Bari ha deciso di raggiungere la Val Dumela percorrendo la Cengia di Prada, un sentiero esposto con alcuni tratti attrezzati. Dopo aver oltrepassato una...

CORTINA D’AMPEZZO: CADE IN FALESIA E SI FA MALE A UNA CAVIGLIA

CORTINA D'AMPEZZO: CADE IN FALESIA E SI FA MALE A UNA CAVIGLIA

Verso le 15 una squadra del Soccorso alpino di Cortina d'Ampezzo ha raggiunto con il fuoristrada la falesia del Piccolo Lagazuoi, dove una freeclimber, messo male un piede, aveva riportato la probabile slogatura della caviglia. La 31enne di Spinea (VE) è stata quindi accompagnata all'ospedale di...

RECUPERATO ESCURSIONISTA SULLA FERRATA DEGLI ALLEGHESI

RECUPERATO ESCURSIONISTA SULLA FERRATA DEGLI ALLEGHESI

Attorno alle 14 la Centrale del Suem è stata allertata per un escursionista che, messo male un braccio risalendo con tre amici la Ferrata degli Alleghesi in Civetta, aveva riportato la probabile lussazione di una spalla. Individuato a 2.700 metri di altitudine il punto in cui si trovava il...

PosTalk 2022: novità ed ospiti della terza edizione

PosTalk 2022: novità ed ospiti della terza edizione

La terza edizione di PosTalk “parla” con tante voci: tutte di donna. Le protagoniste della rassegna organizzata dall’Hotel de la Poste sono artiste, giornaliste, imprenditrici, personalità capaci di raccontare il presente da angolazioni diverse. Il più antico salotto di Cortina, casa tra le...

NUMEROSI INTERVENTI DEL SOCCORSO ALPINO

NUMEROSI INTERVENTI DEL SOCCORSO ALPINO

  Attorno alle 16, lunedì 15 agosto, il Soccorso alpino dell'Alpago è stato allertato per una coppia di escursionisti in difficoltà. I due, 47 anni di Venezia lui, 40 anni di Campagna Lupia (VE) lei, al bivio per rientrare verso Pian Grant da località Sass Martin avevano sbagliato...

SOCCORSA UNA SPAGNOLA A CORTINA D’AMPEZZO

SOCCORSA UNA SPAGNOLA A CORTINA D'AMPEZZO

Attorno alle 14.30 una squadra del Soccorso alpino di Cortina è stata inviata dalla Centrale del Suem, lungo il tratto di sentiero tra il Rifugio Scoiattoli e il Bai de Dones, sotto la linea della seggiovia, per un'escursionista che si era fatta male a un piede. La 57enne spagnola, che aveva...

RECUPERATO ESCURSIONISTA IN DIFFICOLTÀ A BORCA DI CADORE

RECUPERATO ESCURSIONISTA IN DIFFICOLTÀ A BORCA DI CADORE

Attorno alle 11 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è volato in Val Fiorentina per un escursionista in difficoltà. Il 28enne cinese si era infatti incamminato dal Rifugio Città di Fiume per arrivare al Venezia. Lungo il sentiero 480 era però uscito dal tracciato finendo bloccato sotto...

RECUPERATO ALPINISTA VOLATO SULLA SOLLEDER – LETTENBAUER

RECUPERATO ALPINISTA VOLATO SULLA SOLLEDER - LETTENBAUER

Questa mattina alle 8.40 la Centrale del 118 è stata allertata da un alpinista volato sul penultimo tiro della Via Solleder - Lettenbauer in Civetta. Fuori da ieri, dopo aver bivaccato in parete, il 30enne di Rimini e il compagno si trovavano ormai quasi alla fine della via quando lui, primo...

ESCURSIONISTE BLOCCATE DALLA PAURA IN DISCESA DAL FALORIA

ESCURSIONISTE BLOCCATE DALLA PAURA IN DISCESA DAL FALORIA

Verso le 14.30, ieri, una squadra del Soccorso alpino di Cortina e del Soccorso alpino della Guardia di finanza è stata inviata nella zona dove il sentiero 214 in discesa dal Faloria attraversa i ghiaioni, per due escursioniste 34enni di Hong Kong bloccate dalla paura in direzione di Baita...