Interventi del Soccorso alpino del 28 e 29 agosto 2016

Interventi del Soccorso alpino del 28 e 29 agosto 2016


 

INFORTUNIO NELLA FORRA DELLA VAL MAGGIORE
Ponte nelle Alpi (BL), 29 – 08 – 16
Quasi all’uscita della forra della Val Maggiore, un torrentista che la stava percorrendo con altre persone, ha messo male un piede procurandosi la sospetta frattura di una caviglia. Scattato l’allarme alle 13.30 circa, il Soccorso alpino dell’Alpago ha inviato una squadra. Individuato il punto in cui si trovava il gruppo è stata calata la barella lungo la vertcale. Una volta stabilizzato e imbarellato, l’infortunato è stato sollevato con un paranco per una quindicina di metri lungo la sponda del torrente fino al prato e da lì trasportato all’ambulanza dell’Eva Alpago, che lo ha accompagnato all’ospedale di Belluno

 

SOCCORSO SUL GHIACCIAIO DELLA MARMOLADA

Canazei (TN), 29 -08 – 16
Su richiesta del 118 di Trento, allertato da alcuni testimoni che avevano assistito all’incidente, attorno alle 11.30 l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore è intervenuto sul ghiacciaio della Marmolada. Mentre scendeva, infatti, un escursionista spagnolo era scivolato poco sopra il Rifugio Pian dei Fiacconi e si era procurato un trauma alla caviglia. Recuperato dal tecnico del Soccorso alpino dell’equipaggio con un verricello di 20 metri, l’infortunato è stato trasportato all’ospedale di Agordo. Pronto a intervenire in supporto alle operazioni il Soccorso alpino dell’Alta Val di Fassa.

TRE INTERVENTI NELLA SERATA DI IERI

Belluno, 29 – 08 – 16
Ieri sera attorno alle 21 il Soccorso alpino Dolomiti Bellunesi è stato allertato dal 118 per tre diverse emergenze nei comuni di Tambre, Cortina d’Ampezzo e Rocca Pietore. Attivato alle 21.15, il Soccorso alpino dell’Alpago ha inviato una squadra per una famiglia in difficoltà al rientro dal Rifugio Semenza. Una coppia con due figli di 16 e 13 anni di Mirano (VE) e il loro cane, arrivati infatti al Sasson della Madonna, anzichè proseguire dritti, avevano girato a sinistra costeggiando la Palantina. Superata Casera Palantina, quando il sentiero aveva iniziato a salire, si erano preoccupati. I soccorritori si sono avvicinati in fuoristrada assieme ai vigili del fuoco, li hanno raggiunti a piedi e riaccompagnati a valle. A Cortina, una coppia di New York scendendo dalla Val Travenanzes aveva chiesto informazioni alla Centrale operativa del Suem verso le 19.30 sull’itinerario da seguire per il rientro. Alle 21, ormai buio, i due escursionisti avevano chiamato nuovamente. Una squadra del Soccorso alpino di Cortina è quindi partita in jeep per andare loro incontro. Dopo averli incrociati ormai quasi a Pian de ra Spines, li ha caricati a bordo e portati fino a Fiames. Infine, il Soccorso alpino della Val Pettorina è stato messo in contatto con una coppia della Repubblica Ceca bloccata a Punta Serauta in Marmolada: volendo rientrare a piedi dal ghiacciaio, il ragazzo, che indossava scarpe da ginnastica, era scivolato infortunandosi a una spalla. Ormai chiusi gli impianti, dato il tempo richiesto alle squadre per risalire a piedi, i due giovani hanno passato la notte riparati nel tunnel della funivia, attivata apposta questa mattina prima del normale orario di apertura dai gestori, per permettere a due soccorrori di salire e riportare i giovani a Malga Ciapela e da lì al Passo Fedaia, da dove si sono allontanati con i propri mezzi.

ESCURSIONISTI IN DIFFICOLTÀ SULLA CENGIA GABRIELLA, ALLARME RIENTRATO
Auronzo di Cadore (BL), 29 – 08 – 16
Poco prima delle 18 tre escursionisti hanno contattato il 118: il temporale li aveva colti al termine della ferrata della Cengia Gabriella, in Val Giralba Alta, ormai prossimo il Rifugio Carducci, ma dal canale sopra di loro scendeva una cascata di acqua e sassi e non riuscivano a passare. L’elicottero del Suem di Pieve di Cadore è decollato e ha tentato di avvicinarsi, purtroppo le forti piogge in corso non hanno permesso all’equipaggio di ultimare l’intervento. Fortunatamente, pronta a partire una squadra del Soccorso alpino di Auronzo, il temporale si è calmato, gli escursionisti hanno fatto sapere che le condizioni del canale erano migliorate e che avrebbero proseguito da soli. Poco dopo sono arrivati al Rifugio e l’emergenza è rientrata.
Riguardo all’intervento in Val Maggiore, il torrentista soccorso è S.M., 34 anni, di Roma.

Soccorso Alpino e Speleologico Veneto

Related posts

Recuperati escursionisti in difficoltà a Cortina

Recuperati escursionisti in difficoltà a Cortina

Cortina d'Ampezzo (BL), 22 - 06 - 19 Attorno alle 20 il Soccorso alpino di Cortina è stato allertato dalla Centrale del 118 per una coppia di escursionisti canadesi in difficoltà. Partiti da Cortina, i due dovevano percorrere la Val di Fanes per pernottare al Rifugio Lavarella, ma avevano...

OLIMPIADI 2026. LUNEDI’ IN PIAZZA DIBONA CORTINA COLLEGATA IN DIRETTA CON LOSANNA

OLIMPIADI 2026. LUNEDI’ IN PIAZZA DIBONA CORTINA COLLEGATA IN DIRETTA CON LOSANNA

Piazza Angelo Dibona a Cortina d’Ampezzo, il 24 giugno prossimo, si trasformerà in una sorta di sede staccata di Losanna, dove il Cio assegnerà i Giochi Olimpici Invernali 2026. Tutti i cortinesi, e chiunque lo vorrà, potranno seguire tutte le fasi della sessione di lavori che si concluderà con...

Cortina d’Ampezzo festeggia i 10 anni  delle Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO

Cortina d'Ampezzo festeggia i 10 anni delle Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO

Una festa di tutti e per tutti. È questo il senso della giornata del 26 giugno, quando Cortina d’Ampezzo si trasformerà nel palcoscenico da cui festeggiare insieme le Dolomiti Patrimonio Mondiale, nel primo decennale del riconoscimento UNESCO. L’inserimento delle Dolomiti nella lista del...

CONSIGLIO COMUNALE A CORTINA D’AMPEZZO

SOCCORSE ESCURSIONISTE SUL LAGAZUOI

SOCCORSE ESCURSIONISTE SUL LAGAZUOI

Alle 13.10 circa, di lunedì 10 giugno, la Centrale del 118 è stata allertata per due escursioniste in difficoltà sul Lagazuoi. Partite dal Passo Valparola, le due turiste, trentunenni australiane, stavano risalendo il Sentiero attrezzato dei Kaiserjäger, ma arrivate a circa 2.700 metri non erano...

La Questura ha espluso tre stranieri nell’ultima settimana

La Questura ha espluso tre stranieri nell’ultima settimana

Sono tre i casi di cittadini stranieri espulsi dal territorio italiano trattati dalla Questura di Belluno nell’ultima settimana. Il primo riguarda un cittadino nigeriano, scarcerato dalla casa circondariale di Baldenich lo scorso 2 giugno per fine pena, dove era detenuto per vari reati contro la...

IL SIGILLO DEL BRITANNICO RUARI GRANT SULLA PRIMA TAPPA DELLA HAUTE ROUTE DOLOMITES

IL SIGILLO DEL BRITANNICO RUARI GRANT SULLA PRIMA TAPPA DELLA HAUTE ROUTE DOLOMITES

Parla inglese la prima frazione della Haute Route Dolomites, la ciclosportiva organizzata da Oc Sport che questo fine settimana va in scena a Cortina. La Cortina - Passo Valparola, 97 chilometri di sviluppo e 3320 metri di dislivello con ascese ai passi Fazarego, Pordoi, Sella, Gardena e...

CORTINA 2021 – TAVOLO OPERATIVO TRA FONDAZIONE E CONFINDUSTRIA BELLUNO DOLOMITI

CORTINA 2021 – TAVOLO OPERATIVO TRA FONDAZIONE E CONFINDUSTRIA BELLUNO DOLOMITI

È entrata nel vivo – con l’istituzione di un tavolo operativo di lavoro – la collaborazione tra Confindustria Belluno Dolomiti e la Fondazione Cortina 2021 con l’obiettivo di costruire pacchetti integrati per i turisti e favorire la sinergia di tutti gli operatori economici del territorio. In...

A CORTINA D’AMPEZZO LA HAUTE ROUTE DOLOMITES 2019

A CORTINA D'AMPEZZO LA HAUTE ROUTE DOLOMITES 2019

Ritorna sulle Dolomiti la Haute Route, manifestazione ciclosportiva organizzata da Oc Sport, realtà internazionale che propone brevi corse a tappe in tutto il mondo (tre o sette giorni), manifestazioni nelle quali il momento agonistico è strettamente legato al piacere di pedalare in posti da una...