Coppa d’Oro delle Dolomiti 2016: passaggio a Lienz, tappa in notturna e macchine da sogno per un evento sempre più internazionale

Coppa d’Oro delle Dolomiti 2016: passaggio a Lienz, tappa in notturna e macchine da sogno per un evento sempre più internazionale


Alfa Romeo sarà Presenting Sponsor e sarà a Cortina con la splendida Giulia Quadrifoglio che farà da apripista della gara

Ancora poche settimane e Cortina d’Ampezzo tornerà ad essere il centro nevralgico per gli appassionati di auto storiche e di regolarità classica. Dal 21 al 24 luglio si terrà infatti la Coppa d’Oro delle Dolomiti 2016. La corsa, che, organizzata per il quarto anno dalla Meet, sotto l’egida di Aci Storico e con la concessione di A.C. Belluno, regalerà quattro giorni di pura adrenalina e la possibilità di godere degli splendidi scenari delle Dolomiti. Il 21 luglio saranno le prove tecniche ad inaugurare formalmente l’evento mentre la partenza della competizione è prevista per la mattina del 22 luglio in Corso d’Italia a Cortina dove si raduneranno gli equipaggi pronti a dare vita a due giorni di serrato confronto lungo suggestive strade di montagna. Alla corsa parteciperanno macchine costruite tra il 1919 e il 1961, ma è prevista una categoria speciale con classifica dedicata riservata ad auto realizzate tra il 1962 e il 1965 che siano di particolare interesse storico o che si siano distinte per particolari meriti sportivi. “Coppa d’Oro delle Dolomiti si conferma evento sempre più internazionale – ha dichiarato Alessandro Casali – con equipaggi provenienti da oltre 12 paesi e con il passaggio per la prima volta in Austria, nella località turistica di Lienz. Coppa d’Oro può considerarsi a tutti gli effetti l’evento Heritage per eccellenza attraverso un meraviglioso connubio tra sport e turismo”. A testare l’abilità dei piloti sarà un percorso ricco di fascino e con diverse asperità lungo più di 500 km e che attraverserà Veneto, Trentino Alto Adige e Austria. La prima tappa vedrà gli equipaggi passare per Dobbiaco, incantevole località ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo, San Candido per poi arrivare in Austria con l’attraversamento di Sillian e il successivo passaggio con relativa sosta per il pranzo nella nota località turistica di Lienz. Dopo il successo dello scorso anno, si disputerà anche nell’edizione 2016 una tappa “in notturna” con la ripartenza da Cortina e l’attraversamento del Passo Valparola. Gli equipaggi sosteranno per la cena a Corvara in Badia. Località nota per aver celebrato imprese di grandi campioni dello sport in particolare al Giro d’Italia e nella Coppa del Mondo di sci.

La seconda tappa il 23 luglio regalerà ai piloti il suggestivo passaggio sul Passo Giau, successivamente le macchine si dirigeranno verso Longarone e Belluno.

Nuovamente protagonista della competizione, in qualità di Presenting Sponsor, il marchio Alfa Romeo prenderà parte alla gara con una splendida Giulia TI Super del 1963, condotta dal famoso pilota Arturo Merzario e appartenente alla Collezione FCA Heritage, la struttura che coordina tutte le azioni dell’azienda nel mondo dell’automobilismo storico.

 A sottolineare il fil rouge che lega le vetture del passato e quelle di attuale produzione, il prezioso esemplare storico sarà accompagnato dalla nuova Giulia Quadrifoglio, apripista ufficiale della manifestazione. Sintesi del nuovo paradigma Alfa Romeo e massima espressione de “La meccanica delle emozioni”, la versione top di gamma, contraddistinta dal leggendario Quadrifoglio, è equipaggiata con il nuovo motore 2.9 BiTurbo benzina da 510 CV.

Tra i piloti al via vanno seguiti con particolare attenzione: Giordano Mozzi, vincitore due anni fa a Cortina, regolarmente al via con la moglie Stefania Biacca per tentare il bis; Il trionfatore alla centesima edizione della Targa Florio Giovanni Moceri in cerca di conferme lungo i tornanti dolomitici; Arturo Merzario nuovamente a Cortina dopo la felice esperienza dello scorso anno; Nino Margiotta, pilota di vertice della regolarità classica.

Questa edizione saluterà la presenza a Cortina di Volvo che sarà presente al via con tre equipaggi.

Coppa d’Oro delle Dolomiti sarà l’occasione per vedere in anteprima assoluta il debutto della splendida Volvo Amazon 121 del 1958 di proprietà del Registro Italiano Volvo D’epoca e che sarà condotta proprio dall’ equipaggio Margiotta-Perno. Presenti in gara anche la Volvo Amazon 122 del 1961 formata dall’equipaggio Fabbri-Bertieri e la Volvo P1800 Jensen sempre del 1961 guidata dall’equipaggio Zanasi-Betini.

Non resta che allacciare le cinture e farsi guidare dai gioielli d’epoca lungo le alte vette della passione.

photo credit Coppa d’Oro delle Dolomiti

Related posts

ANCORA SENZA ESITO RICERCA SEREN DEL GRAPPA

ANCORA SENZA ESITO RICERCA SEREN DEL GRAPPA

Seren del Grappa (BL), 16 - 07 - 18 Nemmeno la giornata di ricerche odierna ha portato qualche novità in merito alla scomparsa di Attilio Beghetto, allontanatosi dalla propria abitazione venerdì scorso senza dare più notizie di sé. Sette squadre a partire dalle 8 di questa mattina si sono...

Incendio abitazione Loc. Corlo

Incendio abitazione Loc. Corlo

COMUNICATO STAMPA VIGILI DEL FUOCO - Personale di questo comando del Distaccamento permanente di Feltre è intervenuto questa mattina alle 6:50 circa per l'incendio di un'abitazione in loc. Corlo sopra il lago omonimo. L'abitazione per cause ancora da accertare (pare si sia trattato del...

CORTINA 2026. ZAIA A ROMA DA GIORGETTI E MALAGÒ

CORTINA 2026. ZAIA A ROMA DA GIORGETTI E MALAGÒ

Il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, ha personalmente presentato stamane a Roma, prima al sottosegretario allo sport, Giancarlo Giorgetti e successivamente al presidente del CONI, Giovanni Malagò, lo studio di fattibilità, ufficialmente già inviato ieri, che accompagna la...

ZAIA A ROMA CONSEGNA DOSSIER CORTINA 2026 Al SOTTOSEGRETARIO GIORGETTI E AL PRESIDENTE CONI MALAGO’

ZAIA A ROMA CONSEGNA DOSSIER CORTINA 2026 Al SOTTOSEGRETARIO GIORGETTI E AL PRESIDENTE CONI MALAGO’

Il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia si trova a Roma per due significativi incontri istituzionali, con al centro la candidatura italiana alle Olimpiadi invernali del 2026. Alle ore 10, Zaia incontrerà a Palazzo Chigi il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giancarlo...

CORTINA 2026: IL COMUNE DOLOMITICO HA UFFICIALMENTE PRESENTATO IL DOSSIER PER CANDIDARSI A SEDE DEI GIOCHI OLIMPICI E PARALIMPICI

CORTINA 2026: IL COMUNE DOLOMITICO HA UFFICIALMENTE PRESENTATO IL DOSSIER PER CANDIDARSI A SEDE DEI GIOCHI OLIMPICI E PARALIMPICI

Dalle ore 10.30 di oggi Cortina è ufficialmente in corsa per ospitare le Olimpiadi invernali del 2026. A quell’ora, infatti, è stato notificato via PEC dall’amministrazione comunale cortinese al Coni il dossier che accompagna la candidatura della “Perla delle Dolomiti” a essere designata sede...

MALORE MORTALE ALLE CASCATE DI FANES

MALORE MORTALE ALLE CASCATE DI FANES

Cortina d'Ampezzo (BL), 02 - 07 - 18 Poco prima di mezzogiorno il 118 è stato allertato per un escursionista colto da malore sul sentiero nella zona delle Cascate di Fanes, a circa 1.480 metri di quota. Alcuni passanti erano stati richiamati dalle grida della compagna e, accorsi, avevano subito...

Muore colto da malore a gara di corsa in montagna

Muore colto da malore a gara di corsa in montagna

Livinallongo del Col di Lana (BL), 01 - 06 - 18 Questa mattina attorno alle 10.40 è scattato l'allarme per uno dei partecipanti alla gara di corsa in montagna Marmolada Historic Trail che si era sentito male all'altezza del muro di Porta Vescovo. L'uomo, partito con gli altri atleti da Passo...

Soccorso alpinista sul Campanil di Toro a Domegge di Cadore

Soccorso alpinista sul Campanil di Toro a Domegge di Cadore

Domegge di Cadore (BL), 30 - 06 - 18 Alle 15.30 circa il 118 è stato allertato per un alpinista infortunatosi sulle doppie di rientro da una via sul Campanil di Toro. Il rocciatore, che faceva parte di una cordata di tre, sulla penultima calata, a 2.100 metri di quota circa, aveva sbattuto un...

RICERCA IERI SERA, ALLARME RIENTRATO

RICERCA IERI SERA, ALLARME RIENTRATO

San Vito di Cadore (BL), 28 - 06 - 18 Ieri attorno alle 22 il Soccorso alpino di San Vito di Cadore è stato allertato dal 118, poiché un'auto era stata rinvenuta fuori strada e non si trovava il conducente, un trentaquattrenne originario di Venezia. Il mezzo era caduto per una decina di metri...