Pet Therapy in casa di riposo con il sostegno della Cassa Rurale ed Artigiana di Cortina d’Ampezzo

Pet Therapy in casa di riposo con il sostegno della Cassa Rurale ed Artigiana di Cortina d’Ampezzo


Il programma prevede 8 incontri che si terranno fra giugno ed luglio prossimi. Il progetto, proposto come un naturale rimedio alle diverse problematicità della condizione dell’anziano, è finanziato per il secondo anno consecutivo dalla locale Banca di credito cooperativo

CORTINA D’AMPEZZO, 25 MAGGIO 2016 — Otto incontri, della durata di circa un’ora ciascuno. Ogni martedì, nei mesi di giugno e luglio, i terapeuti a quattro zampe — Keiko, Milka e Perry — cercheranno di portare un po’ di divertimento e di far dimenticare la sofferenza agli anziani. Grazie alla collaborazione fra il Comune di Cortina e la Cassa Rurale ed Artigiana di Cortina d’Ampezzo, la Pet Therapy entrerà infatti anche quest’anno nella casa di riposo ampezzana.

LA PET THERAPY — L’attività è molto semplice — passa attraverso il tatto, il gioco e la socialità — e prevede che gli ospiti della casa di riposo si prendano cura e si relazionino con il singolo animale (in totale sono tre Labrador, naturalmente forniti di certificato di idoneità sanitaria). «Questa è una stimolazione ottimale e porta benessere anche, e soprattutto, in persone con demenza medio-grave» afferma uno dei coordinatori. Ed è stata proprio l’ottima riuscita delle attività svoltesi lo scorso anno in collaborazione con Barbara Pra, consulente del benessere animale e specializzata nella Pet Therapy, che ha spinto l’educatore Cristian Viola e la psicologa Katia Del Favero a riproporre l’iniziativa anche quest’anno. Immediato il supporto della Cassa Rurale, che finanzia il progetto, e del Comune, che gestisce la struttura.

L’OBIETTIVO — L’obiettivo, spiegano gli organizzatori, «è quello di coinvolgere prevalentemente anziani con demenza grave che solitamente non partecipano ad altre attività di gruppo, stimolare l’attenzione dei partecipanti e migliorare il loro tono dell’umore durante le attività. Altro impegno importante è quello di favorire le interazioni verbali e di svolgere semplici esercizi interagendo con l’animale».

I RISULTATI — I risultati del progetto dello scorso anno hanno evidenziato che «questo tipo di attività ha dato la possibilità di coinvolgere persone con demenza grave (78%) che generalmente non possono essere coinvolte in attività esterne al nucleo — spiegano i coordinatori — , in una maniera significativa in quanto abbiamo visto dei buoni risultati rispetto sia alla variazione (in positivo) del tono dell’umore, sia rispetto all’attenzione ed alla partecipazione attiva nell’esecuzione degli esercizi con i cani. Inoltre il numero dei partecipanti è stato ampio (in media 11 per incontro) in quanto vi sono stati sporadici rifiuti agli inviti alla partecipazione».

In generale insomma, accarezzare un cane rilassa, rompe il silenzio che solitamente c’è in una casa di riposo e allontana i pensieri negativi. Il divertimento produce effettivi benefici e l’interazione è un’occasione anche di confronto e solidarietà con gli altri.

L’ASSESSORE AI SERVIZI SOCIALI — «I benefici che i cani sono in grado di portare nella vita delle persone sono straordinari — sostiene l’Assessore ai Servizi Sociali Giovanna Martinolli —. La Pet Therapy in casa di riposo infatti, lo abbiamo visto, ha portato giovamento ai nostri anziani, e ciò è dimostrato da come alcuni parametri sociali e comportamentali siano considerevolmente migliorati. Quindi credo che si debba assolutamente continuare su questa strada — afferma la Martinolli — e moltiplicare gli eventi che favoriscono questa importante interazione. Un ringraziamento speciale va alla Cassa Rurale ed Artigiana di Cortina d’Ampezzo, che dimostra ancora una volta una grande sensibilità e partecipazione verso le tematiche sociali. La mia gratitudine — conclude l’Assessore — va naturalmente anche agli organizzatori, risorse fondamentali cui anche noi diamo pieno appoggio».

IL PROGRAMMA — Martedì 7-14-21-28 giugno e martedì 5-12-19 luglio (orario 10.15 — 11.15) per la Casa di Riposo e martedì 7 giugno (15.30 — 16.30) per il Centro Diurno. L’attività è riservata agli ospiti della Casa di riposo e non è aperta al pubblico.

photo credit www.vocidicortina.it

logo

Related posts

Milano Cortina 2026: nuovo sopralluogo del ministro Abodi a Cortina. Pieno rispetto del cronoprogramma

Milano Cortina 2026: nuovo sopralluogo del ministro Abodi a Cortina. Pieno rispetto del cronoprogramma

Nuovo sopralluogo ieri al cantiere del Cortina Sliding Centre per il ministro per lo Sport e i Giovani Andrea Abodi, dopo la visita del 2 giugno scorso: a conferma dell’impegno assunto in quella occasione, il Ministro ha verificato lo stato di avanzamento lavori. Ad accompagnare il ministro...

Olimpiadi e Paralimpiadi: Cortina d’Ampezzo si prepara a una svolta nell’accoglienza.

Olimpiadi e Paralimpiadi: Cortina d'Ampezzo si prepara a una svolta nell’accoglienza.

Si è svolto ieri pomeriggio presso l’Alexander Girardi Hall l’incontro dal titolo “La svolta dell’accoglienza a Cortina: come e quando”, organizzato dal Comune di Cortina d’Ampezzo. Obiettivo dell’incontro era trasmettere alle realtà del territorio gli strumenti operativi necessari per preparare...

MODIFICHE ALLE FERMATE DI DOLOMITIBUS A CORTINA D’AMPEZZO

MODIFICHE ALLE FERMATE DI DOLOMITIBUS A CORTINA D'AMPEZZO

Dolomiti Bus informa i propri clienti che a seguito dei lavori di riqualificazione che interessano l’area dell’ex stazione ferroviaria di Cortina d’Ampezzo, la Provincia di Belluno ha autorizzato da sabato 22 giugno 2024 alcune modifiche. Di seguito alleghiamo le modifiche e le nuove fermate...

INTERVENTI IN MONTAGNA

INTERVENTI IN MONTAGNA

Questa mattina verso le 9.50 la Centrale del 118 è stata contattata dal collega di un boscaiolo che, durante il taglio nei boschi di Danta di Cadore, era stato travolto da una pianta. Raggiunto dall'equipe sanitaria dell'elicottero del Suem di Pieve di Cadore atterrato nelle vicinanze, il 29enne...

INAUGURATO IAT A CORTINA D’AMPEZZO

INAUGURATO IAT A CORTINA D’AMPEZZO

“Voglio sottolineare che questo IAT è stato rinnovato con il format del progetto "Le porte dell'Accoglienza" e rientra anche come azione specifica della strategia regionale ‘Veneto in action verso le Olimpiadi invernali di Milano Cortina 2026’. È inutile dire quanto l’inaugurazione di questo...

Milano Cortina 2026: sopralluogo SIMICO al cantiere dello Stadio del Ghiaccio di Cortina d’Ampezzo

Milano Cortina 2026: sopralluogo SIMICO al cantiere dello Stadio del Ghiaccio di Cortina d'Ampezzo

“Oggi siamo qui a Cortina, al cantiere dello Stadio del Ghiaccio. Abbiamo effettuato un sopralluogo, anche con i referenti del CIO e della Federazione Internazionale Curling. Il cantiere è in netto anticipo sui tempi” ha detto il Commissario e Amministratore Delegato di Società Infrastrutture...

La Finanza confisca immobili per 115 mila euro a un cittadino residente a Vodo

La Finanza confisca immobili per 115 mila euro a un cittadino residente a Vodo

La Guardia di Finanza di Belluno ha eseguito un provvedimento di confisca su disposizione della Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Venezia. Il provvedimento riguarda due fabbricati di civile abitazione e cinque terreni, per un valore complessivo di 115.713,47 euro...

Milano Cortina 2026: Protocollo d’intesa tra Guardia di Finanza e SIMICO per rafforzare prevenzione a truffe e frodi su realizzazione opere del Piano Olimpico

Milano Cortina 2026: Protocollo d’intesa tra Guardia di Finanza e SIMICO per rafforzare prevenzione a truffe e frodi su realizzazione opere del Piano Olimpico

Attivare una collaborazione “al fine di assicurare il rafforzamento del sistema di prevenzione e contrasto delle condotte di malversazione, truffa, frode e ogni altra attività illecita connessa all’esecuzione di lavori, servizi e forniture per la realizzazione del Piano complessivo delle opere...

SOCCORSI ESCURSIONISTI IMPEGNATI NELLA TRAVERSATA CARNICA

SOCCORSI ESCURSIONISTI IMPEGNATI NELLA TRAVERSATA CARNICA

Si sono concluse verso le 23, di lunedì 17 giuhno, le operazioni di recupero di due escursionisti tedeschi impegnati nella traversata carnica. Verso le 16.30 di ieri il Soccorso alpino della Val Comelico era stato allertato a seguito della chiamata dei due che, percorrendo il sentiero numero...