Pet Therapy in casa di riposo con il sostegno della Cassa Rurale ed Artigiana di Cortina d’Ampezzo

Pet Therapy in casa di riposo con il sostegno della Cassa Rurale ed Artigiana di Cortina d’Ampezzo


Il programma prevede 8 incontri che si terranno fra giugno ed luglio prossimi. Il progetto, proposto come un naturale rimedio alle diverse problematicità della condizione dell’anziano, è finanziato per il secondo anno consecutivo dalla locale Banca di credito cooperativo

CORTINA D’AMPEZZO, 25 MAGGIO 2016 — Otto incontri, della durata di circa un’ora ciascuno. Ogni martedì, nei mesi di giugno e luglio, i terapeuti a quattro zampe — Keiko, Milka e Perry — cercheranno di portare un po’ di divertimento e di far dimenticare la sofferenza agli anziani. Grazie alla collaborazione fra il Comune di Cortina e la Cassa Rurale ed Artigiana di Cortina d’Ampezzo, la Pet Therapy entrerà infatti anche quest’anno nella casa di riposo ampezzana.

LA PET THERAPY — L’attività è molto semplice — passa attraverso il tatto, il gioco e la socialità — e prevede che gli ospiti della casa di riposo si prendano cura e si relazionino con il singolo animale (in totale sono tre Labrador, naturalmente forniti di certificato di idoneità sanitaria). «Questa è una stimolazione ottimale e porta benessere anche, e soprattutto, in persone con demenza medio-grave» afferma uno dei coordinatori. Ed è stata proprio l’ottima riuscita delle attività svoltesi lo scorso anno in collaborazione con Barbara Pra, consulente del benessere animale e specializzata nella Pet Therapy, che ha spinto l’educatore Cristian Viola e la psicologa Katia Del Favero a riproporre l’iniziativa anche quest’anno. Immediato il supporto della Cassa Rurale, che finanzia il progetto, e del Comune, che gestisce la struttura.

L’OBIETTIVO — L’obiettivo, spiegano gli organizzatori, «è quello di coinvolgere prevalentemente anziani con demenza grave che solitamente non partecipano ad altre attività di gruppo, stimolare l’attenzione dei partecipanti e migliorare il loro tono dell’umore durante le attività. Altro impegno importante è quello di favorire le interazioni verbali e di svolgere semplici esercizi interagendo con l’animale».

I RISULTATI — I risultati del progetto dello scorso anno hanno evidenziato che «questo tipo di attività ha dato la possibilità di coinvolgere persone con demenza grave (78%) che generalmente non possono essere coinvolte in attività esterne al nucleo — spiegano i coordinatori — , in una maniera significativa in quanto abbiamo visto dei buoni risultati rispetto sia alla variazione (in positivo) del tono dell’umore, sia rispetto all’attenzione ed alla partecipazione attiva nell’esecuzione degli esercizi con i cani. Inoltre il numero dei partecipanti è stato ampio (in media 11 per incontro) in quanto vi sono stati sporadici rifiuti agli inviti alla partecipazione».

In generale insomma, accarezzare un cane rilassa, rompe il silenzio che solitamente c’è in una casa di riposo e allontana i pensieri negativi. Il divertimento produce effettivi benefici e l’interazione è un’occasione anche di confronto e solidarietà con gli altri.

L’ASSESSORE AI SERVIZI SOCIALI — «I benefici che i cani sono in grado di portare nella vita delle persone sono straordinari — sostiene l’Assessore ai Servizi Sociali Giovanna Martinolli —. La Pet Therapy in casa di riposo infatti, lo abbiamo visto, ha portato giovamento ai nostri anziani, e ciò è dimostrato da come alcuni parametri sociali e comportamentali siano considerevolmente migliorati. Quindi credo che si debba assolutamente continuare su questa strada — afferma la Martinolli — e moltiplicare gli eventi che favoriscono questa importante interazione. Un ringraziamento speciale va alla Cassa Rurale ed Artigiana di Cortina d’Ampezzo, che dimostra ancora una volta una grande sensibilità e partecipazione verso le tematiche sociali. La mia gratitudine — conclude l’Assessore — va naturalmente anche agli organizzatori, risorse fondamentali cui anche noi diamo pieno appoggio».

IL PROGRAMMA — Martedì 7-14-21-28 giugno e martedì 5-12-19 luglio (orario 10.15 — 11.15) per la Casa di Riposo e martedì 7 giugno (15.30 — 16.30) per il Centro Diurno. L’attività è riservata agli ospiti della Casa di riposo e non è aperta al pubblico.

photo credit www.vocidicortina.it

logo

Related posts

Intervento nella notte in Comelico

Intervento nella notte in Comelico

Comelico Superiore (BL), 26 - 09 - 20 Ieri sera attorno alle 23 il Soccorso alpino della Val Comelico è stato attivato a seguito della chiamata di due escursionisti. I due, A.S., 27 anni, di Mogliano Veneto (TV), lui, e V.F.M., 32 anni, di Gardone Val Trompia (BS), lei, erano d'accordo che si...

CortinAteatro: “DA VENEZIA AD HOLLYWOOD”.

CortinAteatro: “DA VENEZIA AD HOLLYWOOD”.

Gran finale per CortinAteatro, la rassegna concertistica e teatrale promossa e sostenuta dal Comune di Cortina d’Ampezzo, con il sostegno della Regione del Veneto, ideata e coordinata dall’associazione Musincantus: domenica 27 settembre alle 20.45 all’Alexander Girardi Hall è in programma “Da...

INTERVENTI DI SOCCORSO A CORTINA D’AMPEZZO

INTERVENTI DI SOCCORSO A CORTINA D'AMPEZZO

Ieri mattina alle 7.45 una squadra del Soccorso alpino di Cortina è stata inviata dalla Centrale del Suem al Rifugio Biella, poiché un turista tedesco di 32 anni non era in grado di camminare per un dolore al ginocchio. L'uomo è stato accompagnato a valle in jeep e si è allontanato con i mezzi...

Recuperate due escursioniste di nazionalità Belga verso il Rifugio Vandelli

Recuperate due escursioniste di nazionalità Belga verso il Rifugio Vandelli

Alle 15.30 circa il Soccorso alpino di Cortina è stato allertato per due escursioniste in difficoltà nel Gruppo del Sorapiss. Le due donne di 41 e 42 anni, di nazionalità Belga, stavano scendendo lungo il sentiero numero 216 da Forcella Marcuoira verso il Rifugio Vandelli, quando, anziché...

SETTE NUOVI OPERATORI PER IL SOCCORSO IN FORRA

SETTE NUOVI OPERATORI PER IL SOCCORSO IN FORRA

Sette nuovi operatori per il Gruppo forre del Soccorso alpino e speleologico Veneto. Dopo due intensi giorni di verifiche in Val del Mus a Sedico e in Cajada a Longarone, questo fine settimana sette soccorritori, provenienti dalle Stazioni di tutta la regione, hanno superato l'esame ciascuno...

AFFLUENZA ALLE URNE

AFFLUENZA ALLE URNE

Di seguito l'affluenza alle urne nei Comuni della Provincia di Belluno. Si vota fino alle 15 di oggi, lunedì 21 settembre. In seguito inizieranno le operazioni di spoglio. Dati della prefettura di Belluno.

Soccorso Alpino oggi sull’Antelao, Agner e Rifugio Vandelli

Soccorso Alpino oggi sull'Antelao, Agner e Rifugio Vandelli

Alle 13.50 circa l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è stato inviato a metà della via normale all'Antelao, a San Vito di Cadore, per un escursionista di Mogliano Veneto (TV), F.T., 51 anni, che si era slogato una caviglia scendendo. L'uomo, che si trovava con altre persone, aveva tentato di...

ANZIANO SI INFORTUNA IN ALPAGO

ANZIANO SI INFORTUNA IN ALPAGO

Alpago (BL), 19 - 09 - 20 Alle 7.30 il Soccorso alpino dell'Alpago è stato allertato per un cacciatore di 92 anni, infortunatosi un chilometro circa sopra la casa cantoniera di Santa Croce a Puos d'Alpago, a dare l'allarme il compagno di caccia ottantaseienne che era con lui. L'anziano di Ponte...

ESCURSIONISTA IN DIFFICOLTÀ,  A BORCA, LUNGO L’ALTA VIA NUMERO 1

ESCURSIONISTA IN DIFFICOLTÀ, A BORCA, LUNGO L'ALTA VIA NUMERO 1

Borca di Cadore (BL), 18 - 09 - 20 Alle 10.40 circa la Centrale del Suem ha allertato il Soccorso alpino della Val Fiorentina per un escursionista che aveva avuto dei problemi nel tratto dell'alta Via numero 1 tra il Rifugio Città di Fiume e il Venezia. Al momento di scendere da Forcella...