Soccorso Alpino, Cortina conferisce la Cittadinanza Onoraria al Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico

Soccorso Alpino, Cortina conferisce la Cittadinanza Onoraria al Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico


Cerimonia in programma il 9 luglio prossimo nel centro cittadino. Il Comune ampezzano è pronto per l’importante evento 

CORTINA D’AMPEZZO, 20 MAGGIO 2016 — L’Amministrazione comunale ha deciso di conferire la Cittadinanza Onoraria al Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (C.N.S.A.S.), celebrando così l’opera degli instancabili volontari che in ogni occasione si mobilitano per garantire la sicurezza e l’incolumità delle persone in pericolo. La manifestazione si terrà a Cortina il 9 luglio prossimo alla presenza del Presidente Maurizio Dellantonio e di una delegazione di soccorritori proveniente da tutta Italia, oltre alle massime cariche politiche regionali e nazionali che vorranno presenziare a questo appuntamento rivolto alla montagna e ad uno dei suoi principali ed autorevoli attori.

L’EVENTO — Quello di luglio vuole essere un evento memorabile, che ha lo scopo di manifestare la gratitudine e la riconoscenza di Cortina d’Ampezzo per l’opera profusa in questi lunghi anni dagli operatori del Soccorso Alpino, specialmente in occasione delle innumerevoli calamità naturali che hanno colpito il territorio in questi ultimi periodi. Altro obiettivo della celebrazione, quello di consolidare il proficuo rapporto che lega l’Amministrazione comunale e il C.N.S.A.S. della Provincia di Belluno.

IL SINDACO — «Al Soccorso Alpino va la nostra più viva riconoscenza» dichiara il Sindaco di Cortina Andrea Franceschi. «Trovo che sia necessario premiare il grande valore e lo straordinario patrimonio di umanità di persone che mettono a repentaglio la propria vita per salvare quella delle altre. L’attività del Soccorso Alpino — continua il primo cittadino — costituisce la massima espressione di altruismo e, contestualmente, rappresenta una risorsa irrinunciabile per Cortina e per tutto il nostro territorio. Il Corpo Nazionale è sempre stato presente in momenti di grande difficoltà, come nell’occasione delle molte frane ad Acquabona, e i suoi interventi sono stati fondamentali».

IL PRESIDENTE CORPO NAZIONALE SOCCORSO ALPINO E SPELEOLOGICO — «Ricevere la cittadinanza onoraria da Cortina — dichiara Maurizio Dellantonio, Presidente Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico — è per noi motivo di orgoglio. E’ un riconoscimento che arriva dalla montagna, dalla sua gente, da un territorio capace di esprimere potenzialità uniche e un fascino alpinistico e umano straordinario. Ringraziamo Cortina e la sua Amministrazione Comunale: la cittadinanza onoraria è il segno del lavoro svolto dal Soccorso Alpino in questi decenni di storia. Ma lasciatemelo dire è anche impegno per il futuro. Saremo… cittadini in prima fila per garantire la sicurezza di queste splendide montagne ampezzane, delle Dolomiti ed, ovviamente, di tutte le montagne, territori e scenari nei quali siamo chiamati ad intervenire per legge, ma soprattutto per passione. Soccorrere è, infatti, per noi un privilegio autentico».


IL CAPO STAZIONE C.N.S.A.S. CORTINA D’AMPEZZO — «Siamo orgogliosi di questo riconoscimento da parte della nostra città. Il primo di questo tipo che ci viene attribuito — sostiene Mauro Da Poz, Capostazione C.N.S.A.S. Cortina D’Ampezzo — , e che riceviamo proprio da Cortina, dove è nata la nostra Stazione del Soccorso Alpino, una delle prime in Italia»

photo credit www.gobelluno.it

logo

Related posts

Riapertura Motorizzazione Civile di Belluno

Riapertura Motorizzazione Civile di Belluno

CORTINA D’AMPEZZO: Il Comune assegna 430 mila euro di contributi alle Associazioni sportive e culturali.

CORTINA D'AMPEZZO: Il Comune assegna 430 mila euro di contributi alle Associazioni sportive e culturali.

Vaccinata a domicilio Nonna Neta: 96 anni, prima cadorina a guidare l’auto

Vaccinata a domicilio Nonna Neta: 96 anni, prima cadorina a guidare l'auto

Oggi “Nona Neta”, 96 anni, prima donna cadorina a guidare, è stata vaccinata a domicilio, da un medico del Dipartimento di Prevenzione dell’Ulss Dolomiti. Classe 1924, Antonietta Da Prà, meglio conosciuta come "Nona Neta" è stata la prima donna del Cadore ad avere auto e patente. Questa...

Soccorso Alpino e Speleologico Veneto: INFORTUNIO A SAN VITO DI CADORE

Soccorso Alpino e Speleologico Veneto: INFORTUNIO A SAN VITO DI CADORE

San Vito di Cadore (BL), 13 - 04 - 21 Attorno alle 14, il Pelikan di Bressanone è intervenuto su richiesta della Centrale del Suem, per un uomo che si era fatto male alla base della seggiovia che porta alla Cappellina di Tambres, a San Vito di Cadore. Risalito alle coordinate del luogo...

LA POLIZIA ARRESTA UNO SPACCIATORE

LA POLIZIA ARRESTA UNO SPACCIATORE

Nella mattinata di ieri gli uomini della Questura di Belluno hanno eseguito un’ordinanza cautelare di custodia in carcere emessa dal GIP presso il Tribunale di Belluno su richiesta della Procura della Repubblica a carico di Roberto Dal Borgo, gestore del “Bar Sport” di Sois. Dal Borgo è...

Don Giuseppe, riposa in pace!

Don Giuseppe, riposa in pace!

Alle ore 8.53 di oggi, venerdì 9 aprile, don Giuseppe Bortolas ci ha lasciati. Era stato trovato incosciente dal Vescovo nella serata di mercoledì scorso; era stato ricoverato a Pieve di Cadore e poi a Belluno. Era nato a Cesiomaggiore il giorno 11 settembre 1953, figlio di Bruno e Susanna...

COVID-19: SCENDONO A 13 I POSITIVI A CORTINA D’AMPEZZO

COVID-19: SCENDONO A 13 I POSITIVI A CORTINA D’AMPEZZO

Il sindaco di Cortina d’Ampezzo, Gianpietro Ghedina, aggiorna la comunità sull’evolversi dell’epidemia da Covid-19. “In questi due giorni”, scrive Ghedina, “il numero di positivi al Covid-19 nel territorio di Cortina d’Ampezzo è passato da 28 a 13 casi (-15). Le persone in quarantena...

FORCELLA ANTELAO: GRAVE SCIALPINISTA CADUTO PER ALCUNE DECINE DI METRI

FORCELLA ANTELAO: GRAVE SCIALPINISTA CADUTO PER ALCUNE DECINE DI METRI

Calalzo di Cadore (BL), 08 - 04 - 21 Attorno alle 13.40 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è decollato in direzione della Val d'Oten, per uno scialpinista scivolato sulla neve dura e caduto per alcune decine di metri, mentre con altri due sciatori stava scendendo da Forcella...

Tornare a camminare a 29 anni: l’intervento all’ospedale Cortina corregge un difetto di deambulazione in un giovane paziente

Tornare a camminare a 29 anni: l’intervento all'ospedale Cortina corregge un difetto di deambulazione in un giovane paziente

Un bambino su 1 milione (dati Orpha.net) nasce con una particolare malformazione congenita che causa un’anomalia e un difetto nella crescita degli arti. L’équipe di Ortopedia dell'Ospedale Cortina, Ospedale Polispecialistico Accreditato con il SSN, ha recentemente effettuato un particolare...