Espulso un cittadino albanese vicino ai foreign fighters partiti per la Siria.

Espulso un cittadino albanese vicino ai foreign fighters partiti per la Siria.

POLIZIA DI STATO E CARABINIERI ESEGUONO UN DECRETO DI ESPULSIONE DEL MINISTRO DELL’INTERNO NEI CONFRONTI DI UN CITTADINO ALBANESE RESIDENTE A BELLUNO, VICINO AI FOREIGN FIGHTERS PARTITI PER LA SIRIA

Nella serata del 30 luglio poliziotti della Questura e militari del Comando Provinciale dei Carabinieri di Belluno, dopo una complessa attività di indagine hanno rintracciato e accompagnato all’aeroporto di Milano Malpensa, scortandolo in volo fino a Tirana, un cittadino albanese di 26 anni, V.H., espulso con decreto firmato dal Ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Il decreto è stato emesso nei giorni scorsi in quanto la presenza del cittadino albanese in Italia era ritenuta una minaccia per la sicurezza dello Stato, poiché lo straniero è risultato vicino a organizzazioni terroristiche di matrice islamica.

Il provvedimento di allontanamento dal territorio nazionale si è reso necessario poiché dalle indagini è emerso che V.H. ha mantenuto contatti con noti foreign fighters di origine balcanica partiti dall’Italia per raggiungere la Siria e che lui stesso ha tentato di raggiungere i territori siriani per combattere nelle fila dei miliziani dell’Isis.

Il suo tentativo non è andato a buon fine perché l’uomo è stato fermato dalle Autorità bulgare all’inizio di quest’anno mentre, a bordo di un’auto, tentava di passare il confine bulgaro con la Romania, diretto verso la Siria. Rimpatriato in Albania, V.H. è poi comunque riuscito a rientrare a Belluno, dove vivono alcuni suoi familiari.

L’uomo era stato per lungo tempo sottoposto ad attività investigativa da parte dei Carabinieri del ROS di Padova nell’ambito dell’operazione BORAC del 2014, tesa a individuare presunti foreign fighters presenti sul territorio nazionale.

Fra gli episodi accertati durante il periodo della sua permanenza in Italia, nella serata del 20 gennaio 2019 a Venezia, nei pressi dell’ex consolato onorario di Turchia, V.H. era stato controllato mentre, a bordo del suo furgone e in stato confusionale, pronunciava frasi a favore dell’Islam e dei suoi martiri.

La successiva attività investigativa e di monitoraggio dell’albanese ha documentato che l’extracomunitario era vicino alla causa sostenuta dall’Isis e favorevole alla partenza di tutti i veri musulmani verso la Siria per combattere gli infedeli.

E’ stata inoltre accertata una sua condizione di alterazione psichica che lo rende tuttora ancora più pericoloso e imprevedibile.

Sono state anche riscontrate, fra le sue esternazioni, molte frasi ingiuriose nei confronti di esponenti politici nazionali.

V.H. non potrà rientrare in Italia e nei territori degli Stati membri dell’Unione Europea per un periodo di quindici anni.

Se lo farà potrà essere arrestato e condannato a una pena fino a tre anni di carcere.

logo

Related posts

CORTINA 2021: UN BILANCIO POSITIVO

CORTINA 2021: UN BILANCIO POSITIVO

I 46ⁱ Campionati del mondo di sci alpino si sono conclusi: con lo slalom maschile e la Cerimonia di chiusura e la consegna del testimone alla delegazione francese di Courchevel-Méribel 2023, Cortina 2021 si è congedata dal palcoscenico internazionale dopo due settimane di gare spettacolari e...

Finisce con lo slittino sulle reti in Faloria a Cortina

Finisce con lo slittino sulle reti in Faloria a Cortina

Alle 13.20 circa la Centrale del Suem è stata allertata dalla figlia di un uomo che, scendendo con lo slittino dalla pista normale del Faloria al momento chiusa, persone il controllo aveva sbattuto violentemente sulle reti di protezione. L'elicottero del Suem di Pieve di Cadore si è avvicinato...

CORTINA 2021: UNA CERIMONIA “FROM SKI TO THE SKY” PER SALUTARE I MONDIALI

CORTINA 2021: UNA CERIMONIA “FROM SKI TO THE SKY” PER SALUTARE I MONDIALI

Dopo due settimane di gare mozzafiato, che hanno saputo regalare forti emozioni e hanno entusiasmato tutti gli amanti del grande sport internazionale, anche questi 46^ Campionati del mondo di sci alpino stanno volgendo al termine. In una Cortina da cartolina, tanto innevata quanto soleggiata...

CHEF TEAM CORTINA DÀ GUSTO AI MONDIALI

CHEF TEAM CORTINA DÀ GUSTO AI MONDIALI

All’ombra delle Tofane, non va in scena solo il grande sci internazionale: nella Lounge Cortina 2021, presso la Finish Area di Rumerlo, il gusto è di casa con lo Chef Team Cortina, che cura la proposta food all’insegna della più genuina tradizione enogastronomica italiana e dolomitica. Una...

DE ALIPRANDINI E’ ARGENTO NEL GIGANTE MASCHILE DI CORTINA 2021

DE ALIPRANDINI E’ ARGENTO NEL GIGANTE MASCHILE DI CORTINA 2021

Un grande Luca De Aliprandini riporta l’Italia dello sci sul podio del gigante maschile nei Mondiali di sci alpino a distanza di otto anni dalla medaglia di bronzo di Manfred Moelgg a Schladming 2013. Il trentenne trentino delle Fiamme Gialle ha conquistato un fantastico argento nella gara vinta...

CORTINA 2021 COMBATTE LO SPRECO ALIMENTARE: RECUPERATI CIBI INUTILIZZATI

CORTINA 2021 COMBATTE LO SPRECO ALIMENTARE: RECUPERATI CIBI INUTILIZZATI

Fondazione Cortina 2021, durante i Mondiali di sci alpino, ha deciso di contrastare lo spreco alimentare aderendo a Food for Good, il progetto delle onlus Banco Alimentare ed Equovento e dell’associazione della meeting industry italiana Federcongressi&eventi che recupera il cibo non...

Skipass Cortina si rinnova: ecco Cortina Skiworld

Skipass Cortina si rinnova: ecco Cortina Skiworld

Il logo del Consorzio Esercenti Impianti a Fune (CEIF) di Cortina, San Vito, Auronzo e Misurina cambia immagine. Ciò che resta immutato è la passione, l’impegno, la cura per la montagna e per chi la frequenta. Una ripartenza a tutti gli effetti: la rinnovata brand identity del CEIF si...

COVID-19: SCENDONO A 8 I POSITIVI A CORTINA D’AMPEZZO

COVID-19: SCENDONO A 8 I POSITIVI A CORTINA D’AMPEZZO

Il sindaco di Cortina d’Ampezzo, Gianpietro Ghedina, aggiorna la comunità sull’evolversi dell’epidemia da Covid-19. “In questa settimana”, scrive Ghedina, “il numero di positivi al Covid-19 nel territorio di Cortina d’Ampezzo è passato da 13 a 8 casi (-5). Le persone in quarantena...

SOCCORSI MADRE E FIGLIO IN DIFFICOLTÀ

SOCCORSI MADRE E FIGLIO IN DIFFICOLTÀ

Domegge di Cadore (BL), 18 - 02 - 21 Attorno alle 19 di ieri, giovedì 18 febbraio, la Centrale del Suem ha allertato il Soccorso alpino del Centro Cadore, per due escursionisti bloccati dal buio in un canale di neve ghiacciata. Madre e figlio, di 53 e 20 anni, di Treviso, erano partiti per un...