Capodanno con pochi eccessi

Capodanno con pochi eccessi

Ha funzionato l’imponente dispiegamento di forze messo in campo dalla Compagnia Carabinieri di Cortina unitamente a tutte le altre forze di polizia in Ampezzo e nelle restanti vallate dell’alto bellunese per i festeggiamenti dell’ultimo dell’anno. Non si sono infatti registrati particolari episodi di disordine, con turisti serenamente concentrati a divertirsi nei vari locali dei centri montani.

Solo sporadici episodi di piccole intemperanze dovute all’abuso di alcool cui è conseguita la sanzione amministrativa ai sensi dell’art.688 c.p. per ubriachezza molesta. In un caso un turista ventenne romano in evidente stato di ebbrezza ha avuto da discutere con il gestore di un rifugio in Tofana al momento di pagare il conto a fine serata, dando ingiustificatamente in escandescenze e coinvolgendo nella discussione anche altri avventori del locale che avrebbero ben preferito pensare solo a divertirsi. Intervenuto sul posto il Radiomobile della Compagnia, verificata la situazione, il giovane è stato allontanato e riaccompagnato a casa da alcuni suoi amici. In un secondo caso, invece, sempre il Radiomobile si è imbattuto in Largo Poste a Cortina in un venticinquenne di origine serba che, a causa dell’ingente quantitativo di alcool ingerito, aveva dedicato la fine della propria serata ad importunare con grida e scortesi discorsi senza senso tutti i passanti del centro ampezzano. Anche in questo caso i militari, dopo aver personalmente verificato l’inopportunità del comportamento segnalato dagli altri turisti, hanno allontanato il giovane evitando che il suo atteggiamento potesse ulteriormente degenerare.

I controlli non si sono concentrati solo sulle strade e nei luoghi di pubblica aggregazione, ma hanno interessato anche i locali della movida particolarmente affollati nella particolare nottata di festa. Nell’ambito degli stessi i carabinieri di Cortina hanno sorpreso un ventenne veneziano in un locale di Largo Poste con due spinelli confezionati con marijuana nascosti nei propri vestiti. Analoga sorte è toccata ad un ventisettenne agordino sorpreso a Rocca Pietore con una bustina contenente 8 grammi della medesima sostanza stupefacente. Entrambi, dopo essere stati condotti nelle caserme di Cortina e Caprile Bellunese per espletare le formalità di rito, sono stati segnalati al Prefetto per possesso di droghe per uso personale.

In tema di contrasto alla proliferazione di stupefacenti, si segnala che i sequestri della scorsa notte rappresentano solo gli ultimi episodi di una maggiore attenzione posta dai militari dell’Arma sulla specifica materia durante l’avvio di questa stagione turistica invernale. Nel mese di dicembre era già stato segnalato al Prefetto un venticinquenne padovano sorpreso a piedi in centro a Cortina da militari delle Stazioni di Cortina e San Vito mentre era in possesso di 2,8 grammi di marijuana. Sorte diversa era invece toccata ad una ventenne cadorina fermata dai militari di Vigo di Cadore nello stesso mese mentre era alla guida della propria auto in centro ad Auronzo. Il controllo su strada aveva permesso di verificare come nascosto nella portiera della macchina vi fosse un sacchettino di cellophane contenente 15 grammi di marijuana, ma la successiva perquisizione domiciliare portava i militari a trovare nella stanza della giovane anche il bilancino di precisione con cui la stessa avrebbe suddiviso lo stupefacente per favorire – in ipotesi -una modesta attività di spaccio. Per tale ragione la ventenne era stata denunciata a piede libero per detenzione di droghe a fini di spaccio, ai sensi dell’art.73 DPR 309/90.

I controlli continueranno con particolare attenzione anche nei prossimi giorni di festa, coinvolgendo tutto il personale della Compagnia.

logo

Related posts

COVID-19: SALGONO A 37 I POSITIVI A CORTINA D’AMPEZZO

COVID-19: SALGONO A 37 I POSITIVI A CORTINA D’AMPEZZO

Il sindaco di Cortina d’Ampezzo, Gianpietro Ghedina, aggiorna la comunità sull’evolversi dell’epidemia da Covid-19. “In questi due giorni”, scrive Ghedina, “il numero di positivi al Covid-19 nel territorio di Cortina d’Ampezzo è passato da 29 a 37 casi (+8). Le persone in quarantena...

5 milioni di euro per il nuovo bando regionale dedicato alla rottamazione delle vecchie auto

5 milioni di euro per il nuovo bando regionale dedicato alla rottamazione delle vecchie auto

Grande opportunità per i cittadini grazie al nuovo bando, approvato oggi dalla Giunta regionale su proposta dell'assessore all'Ambiente Gianpaolo Bottacin, con cui si promuovono importanti incentivi per chi vorrà rottamare la propria vecchia auto e sostituirla con un veicolo a basso impatto...

COVID-19: SALGONO A 29 I POSITIVI A CORTINA D’AMPEZZO

COVID-19: SALGONO A 29 I POSITIVI A CORTINA D’AMPEZZO

Il sindaco di Cortina d’Ampezzo, Gianpietro Ghedina, aggiorna la comunità sull’evolversi dell’epidemia da Covid-19. “In questo fine settimana”, scrive Ghedina, “il numero di positivi al Covid-19 nel territorio di Cortina d’Ampezzo è passato da 14 a 29 casi (+15). Le persone in quarantena...

Riapertura Motorizzazione Civile di Belluno

Riapertura Motorizzazione Civile di Belluno

CORTINA D’AMPEZZO: Il Comune assegna 430 mila euro di contributi alle Associazioni sportive e culturali.

CORTINA D'AMPEZZO: Il Comune assegna 430 mila euro di contributi alle Associazioni sportive e culturali.

Vaccinata a domicilio Nonna Neta: 96 anni, prima cadorina a guidare l’auto

Vaccinata a domicilio Nonna Neta: 96 anni, prima cadorina a guidare l'auto

Oggi “Nona Neta”, 96 anni, prima donna cadorina a guidare, è stata vaccinata a domicilio, da un medico del Dipartimento di Prevenzione dell’Ulss Dolomiti. Classe 1924, Antonietta Da Prà, meglio conosciuta come "Nona Neta" è stata la prima donna del Cadore ad avere auto e patente. Questa...

Soccorso Alpino e Speleologico Veneto: INFORTUNIO A SAN VITO DI CADORE

Soccorso Alpino e Speleologico Veneto: INFORTUNIO A SAN VITO DI CADORE

San Vito di Cadore (BL), 13 - 04 - 21 Attorno alle 14, il Pelikan di Bressanone è intervenuto su richiesta della Centrale del Suem, per un uomo che si era fatto male alla base della seggiovia che porta alla Cappellina di Tambres, a San Vito di Cadore. Risalito alle coordinate del luogo...

LA POLIZIA ARRESTA UNO SPACCIATORE

LA POLIZIA ARRESTA UNO SPACCIATORE

Nella mattinata di ieri gli uomini della Questura di Belluno hanno eseguito un’ordinanza cautelare di custodia in carcere emessa dal GIP presso il Tribunale di Belluno su richiesta della Procura della Repubblica a carico di Roberto Dal Borgo, gestore del “Bar Sport” di Sois. Dal Borgo è...

Don Giuseppe, riposa in pace!

Don Giuseppe, riposa in pace!

Alle ore 8.53 di oggi, venerdì 9 aprile, don Giuseppe Bortolas ci ha lasciati. Era stato trovato incosciente dal Vescovo nella serata di mercoledì scorso; era stato ricoverato a Pieve di Cadore e poi a Belluno. Era nato a Cesiomaggiore il giorno 11 settembre 1953, figlio di Bruno e Susanna...